VIDEONEWS & sponsored

(in )

PATT * CONCESSIONI IDROELETTRICHE: « DAL GOVERNO UN ATTACCO ALL’AUTONOMIA, ANCHE QUESTA VOLTA IL PARTITO È PRONTO A COMBATTERE FACENDO SENTIRE LA PROPRIA VOCE »

Concessioni idroelettriche, PATT: “Dal Governo un attacco all’Autonomia”. Gli autonomisti scendono in campo contro una decisione centralista che danneggia i territori autonomi.

Apprendiamo con sconcerto la decisione del Governo Conte di impugnare la legge provinciale in materia di grandi concessioni idroelettriche. La questione, che si è riproposta più e più volte nel tempo, è tutt’altro che di facciata: l’Autonomia di una terra si sostanzia anche attraverso la gestione dell’energia. Pensare, come sostiene lo Stato, che l’amministrazione centrale sia coinvolta nelle procedure di gara per assicurarne il controllo nazionale è la negazione di ciò che significa autogoverno.

Un territorio autonomo come il nostro può garantire con le proprie Istituzioni e gli strumenti in suo possesso legalità, trasparenza e concorrenza, evitando al contempo di essere ostaggio delle multinazionali.

Sull’acqua, sulla necessità di implementare e promuovere le fonti di energia rinnovabile e sulle derivazioni idroelettriche ci sarà sicuramente da ragionare, intervenendo anche sulla legge provinciale sulle piccole derivazioni idroelettriche che vuole proporre la PAT e che rischia di togliere un importante fonte di sostentamento per i nostri comuni. Ma questo è il momento di fare fronte comune e di denunciare il preoccupante atteggiamento centralista di un Governo nazionale che nei confronti delle autonomie speciali deve assolutamente cambiare passo.

Quella delle grandi concessioni idriche a scopo idroelettrico è una battaglia storica del Partito Autonomista che anche questa volta è pronto a combattere facendo sentire la propria voce.

Trento, 21 gennaio 2021

*
Simone Marchiori
Segretario politico PATT