PROVINCIA AUTONOMA TRENTO
Covid-Free (27ma puntata format Tv)

***

Associazione Transdolomites - Il progetto del treno Trento - valli Avisio

Intervista al Presidente Massimo Girardi

A seguito dell’ atto di vandalismo che ha danneggiato la stazione dei treni di Ala, e viste le strumentalizzazioni politiche che ne sono seguite, vorrei rispondere con i fatti rispetto a quanto affrontato in questi anni sotto questo profilo.

Sul fronte sicurezza infatti la giunta Soini ha fatto moltissimo, e i risultati sono certificati dalle nostre forze dell’ordine che hanno apprezzato e ampiamente usufruito del nostro sforzo di aver dotato il comune dei quattro varchi elettronici agli ingressi perimetrali, portando a 10 le telecamere sparse sul territorio.

Inoltre, entro i 2 prossimi mesi saranno installate altre 3 telecamere per i varchi: 2 sull’incrocio con Via Malfatti e una a Sdruzziná per controllare il traffico verso la Sega. E quando la fibra ottica sarà disponibile anche sulla Sega sarà installata una telecamera varco per il controllo del traffico in entrata dal Veneto.
Per quel che riguarda l’interno dei confini comunali, su tutto il territorio sono previste altre 5 telecamere soprattutto proprio alla stazione dei treni e al cimitero

Ma sicurezza non significa solo prevenzione della criminalità tramite le telecamere, ma anche collaborazione fra cittadinanza e amministrazioni, infatti insieme all’amministrazione di Avio e il Commissario del governo Sandro Lombardi abbiamo sottoscritto un protocollo per il “controllo di vicinato”. Con questo accordo viene riservata una particolare attenzione all’attività dei cittadini che, in modo concreto, potranno prevenire situazioni di rischio nei propri quartieri e migliorare la qualità della vita, oltre che il decoro urbano.
Il Protocollo punta a favorire la collaborazione tra le istituzioni e la società civile, nel rispetto delle prerogative degli organi istituzionali ed evitando ogni intervento diretto dei cittadini, la cui funzione è coordinata attraverso la figura di coordinatori appositamente formati.
Un gran bel traguardo che sancisce l’ennesima collaborazione fra territori, una collaborazione che trascende i colori politici ma punta al benessere delle proprie comunità.

Inoltre Sicurezza è anche controllo della fauna selvatica, infatti anche questo è un importante aspetto affrontato dalla nostra giunta in questi anni e che ha portato Ala ad essere il comune che per primo ha chiesto alla Provincia di ripristinare i report annuali discussi pubblicamente, indispensabili per poter affrontare la problematica in maniera oggettiva e scevra da propagandismi.

Inoltre abbiamo portato in consiglio una mozione, approvata, che istituisce momenti di confronto col territorio, coinvolge le associazioni che frequentano il bosco, si pone al fianco degli allevatori e fissa obbiettivi chiari per poter affrontare al meglio la gestione della fauna selvatica, rendendo raggiungibile il punto di equilibrio fra essa e il territorio antropizzato.

Insomma, oltre gli slogan esiste una politica fatta di azioni concrete che da 5 anni hanno reso la nostra comunità un posto più sicuro, e possiamo toccarlo con mano ogni giorno.

 

*

Stefano Gatti (PATT)
Assessore all’urbanistica, edilizia abitativa, protezione civile e vigili del fuoco, sicurezza, rifiuti, energia, per il Comune di Ala