QUALI STRATEGIE ITAS PER IL 2020?

Intervista a Raffaele Agrusti, amministratore delegato e Direttore generale

 

Giornata di festa presso la Caserma di via dell’Abetone. Rovereto: un Corpo coeso celebra la festa dei Vigili del Fuoco.

Festa di Santa Barbara per i Vigili del Fuoco di Rovereto. La patrona è stata celebrata solennemente questa mattina all’interno della Caserma di via dell’Abetone alla presenza di tutti i membri del Corpo della città della Quercia, dei loro famigliari, delle autorità e delle varie componenti della Protezione civile lagarina. Un momento di festa e di bilancio di un anno di attività in una zona non certo tranquilla per numero e tipo di interventi come ha sottolineato nel suo discorso il Presidente della Provincia, Maurizio Fugatti. “Siete un Corpo importante – ha esordito il Presidente – perchè vi trovate in una città industriale e in una città attraversata dall’Autostrada del Brennero con continue emergenze quotidiane. Dovete sempre essere presenti, assumervi responsabilità e correre dei rischi. Quindi a nome dell’amministrazione provinciale porto il mio più sentito ringraziamento per quanto fate. Non mi stancherò mai di ripetere quanto tutti i vigili del fuoco hanno fatto un anno fa in occasione dell’emergenza per la tempesta Vaia. Avete dimostrato alla comunità la vostra efficienza”.

A fare gli onori di casa il Comandante del Corpo roveretano, Marco Simonetti che ha colto l’occasione di questo momento ufficiale per ringraziare tutti i suoi collaboratori per il grande affiatamento che si è creato all’interno della Caserma di via dell’Abetone. Ospiti d’eccezione di questa Santa Barbara gli amici gemellati della città tedesca di Forchheim e della Repubblica Ceca di Dolni Dobrouc. Per quanto riguarda le autorità presenti da segnalare il sindaco di Rovereto, Francesco Valduga con alcuni componenti della Giunta Municipale, la consigliera provinciale Mara Dalzocchio e il presidente della Comunità di Valle, Stefano Bisoffi.

“Io sono qua – ha affermato il primo cittadino di Rovereto – per esprimere l’apprezzamento e l’orgoglio per avere sul territorio da 150 anni questa grande capacità di intervento e di servizio. Una sapienza antica che nel tempo si è irrobustita di ulteriori conoscenze e quindi noi vediamo la professionalità con la quale i nostri vigili del fuoco intervengono sul territorio in caso di emergenza”. Il Sindaco, vista la presenza in sala del Presidente Maurizio Fugatti, ha colto l’occasione per sollecitare una ripresa del progetto di riallestimento dell’attuale Caserma per concretizzare l’idea di realizzare il polo della Protezione Civile della Vallagarina. Un appello che non è caduto nel vuoto visto che il Presidente Fugatti si è detto disponibile ad approfondire il tema.

Si è parlato anche di giovani: “E’ importante che ci sia il giusto ricambio – ha proseguito ancora il Presidente della Provincia. Vorrei sottolineare la parte educativa che voi date ai nostri ragazzi perchè nel momento in cui un giovane diventa allievo, la speranza è che diventi vigile del fuoco, ma se così non sarà, avrà ricevuto comunque un’educazione che lo porterà a diventare un bravo cittadino”.

La cerimonia si è conclusa con la consegna di alcune benemerenze. Tra queste una menzione speciale è stata riservata per un giovane vigile del fuoco, Leonardo Trinco, che lo scorso agosto, fuori servizio, è intervenuto per spegnere un quadro elettrico andato in corto circuito all’interno del Supercinema di Rovereto e a collaborare con il personale di sala all’evacuazione delle 200 persone che si trovavano all’interno. Infine un gesto di solidarietà. Il Comandante Simonetti ha annunciato l’impegno del Corpo nel corso del prossimo anno ad attivarsi per alleviare le condizioni di vita di alcuni centri della ex Jugoslavia che ancora oggi riportano le conseguenze di miseria provocate dalla guerra degli anni Novanta.