Fugatti: “ Un Trentino bello e operoso, partendo dalle strade”. Il presidente e l’assessore Spinelli a Rovereto hanno ringraziato i lavoratori del Servizio gestione strade.

C’è un lavoro incessante che la Provincia autonoma di Trento assicura per garantire alla comunità strade in buone condizioni; lo svolge il personale del Servizio Gestione strade, che fa parte del Dipartimento Infrastrutture e trasporti. Come segnale di attenzione per un impegno così utile per tutti, questa mattina il presidente Maurizio Fugatti e l’assessore al lavoro Achille Spinelli si sono recati in visita agli uffici del “Settore 8”, a Rovereto, ed hanno incontrato gli impiegati e poi, alla Campana dei Caduti, gli operai impegnati nello sfalcio dell’erba ai bordi delle strade.

“Se le cose funzionano – ha detto il presidente – è perché tante persone lavorano con impegno, ogni giorno, e contribuiscono con la loro operosità a rendere il Trentino un territorio bello ma anche una realtà in cui i servizi, anche quelli di uso quotidiano, funzionano. E’ a queste donne e a questi uomini che dobbiamo dire grazie”.

Il Trentino, la gestione delle strade, impegno particolarmente intenso nei mesi invernali, ma, anche considerando la morfologia del territorio e i flussi di traffico che attraversano la nostra provincia, rilevante tutto l’anno per le manutenzioni che devono essere programmate e realizzate, è organizzata per ambiti territoriali; in tutto sono otto. A Rovereto gli uffici del Servizio Gestione strade si trovano in viale Trento, dove sono concentrati anche altri servizi come quelli che si occupano di urbanistica e lavoro.

Dopo la visita agli uffici il presidente Fugatti e l’assessore Spinelli, che erano accompagnati dal dirigente generale del Dipartimento Infrastrutture e trasporti Stefano De Vigili, dal dirigente del Servizio Gestione strade Silvio Zanetti e dai direttori di ufficio e funzionari responsabili per la zona di Rovereto, si sono recati presso la Campana dei Caduti, per portare il loro saluto e apprezzamento anche agli operai impegnati nel lavoro di sfalcio dell’erba lungo le strade.

“E’ anche questa un’attività – ha rilevato il presidente – che sembra semplice ma che richiede grande attenzione alla sicurezza e un’attenta programmazione, perché i chilometri di strada da mantenere in efficienza sono molti e rappresentano il primo biglietto da visita di un territorio che, oltre che fornire servizi adeguati a chi ci abita, fa dell’attrattività un importante fattore di sviluppo economico”.