VIDEONEWS & sponsored

(in )

PAT * VISITA A “LA TRENTINA SUINI“: FUGATTI, « UNA REALTÀ CHE SOTTOLINEA LA QUALITÀ DELLA FILIERA CORTA E QUINDI DEI PRODOTTI A CHILOMETRO ZERO »

Ieri, ad Avio, la visita a “La Trentina Suini”. L’importanza della filiera corta e delle relazioni con il territorio e la comunità.

“E’ una realtà che sottolinea la valenza e la qualità della filiera corta e quindi dei prodotti a chilometro zero, con un’attenzione particolare al benessere animale e con la passione che viene messa nell’allevamento e nelle varie fasi di trasformazione. Una realtà a conduzione famigliare che ha un valore notevole per il nostro territorio e si pone l’obiettivo di puntare alla qualità delle produzioni”: questo il commento dell’assessore provinciale all’agricoltura Giulia Zanotelli che ieri, assieme al presidente Maurizio Fugatti, ha visitato l’azienda agricola “La Trentina Suini” a Sabbionara di Avio. Ad accompagnarli c’erano il presidente del Consiglio provinciale Walter Kaswalder e il sindaco di Avio Federico Secchi.

Prodotti trentini di qualità dunque, frutto di tradizioni, competenza, equilibrio e continua innovazione che diventano anche veicolo di identità per la stessa immagine del nostro territorio.

L’azienda, che affonda le sue radici nella tradizione famigliare e in una passione tramandata di padre in figlio fin dagli anni ’70, è di proprietà dei fratelli Valerio e Elvio Campostrini e alleva in media circa 3000 maiali all’anno, seguendo tutta la filiera, dalla produzione dei cereali che diventano il mangime degli animali, alla collaborazione con importanti realtà trentine per la macellazione, la trasformazione e la commercializzazione.

L’allevamento del suini inizia dalla gestazione delle scrofe, per proseguire con lo svezzamento e l’ingrasso, in una struttura dove tecnologia e struttura si integrano con l’obiettivo di curare tutte le fasi della crescita degli animali.