PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (20ma puntata format Tv)

 

Il Consiglio rimarrà in carica fino a fine legislatura. Nominato il nuovo Consiglio del sistema educativo provinciale.

La Giunta provinciale ha provveduto alla nomina di 11 membri del Consiglio del sistema educativo provinciale, dei quali 4 designati dalla Consulta provinciale degli studenti, 5 dalla Consulta provinciale dei genitori, 1 dal Consiglio delle autonomie locali e 1 dalla Conferenza delle minoranze linguistiche. Il Consiglio è inoltre formato da altri 12 membri eletti nelle elezioni dello scorso 17 dicembre dalle rispettive componenti del personale scolastico. Fanno parte del Consiglio anche il dirigente generale del dipartimento istruzione e cultura o un suo delegato, il sovrintendente scolastico provinciale e un rappresentante della minoranza ladina senza diritto di voto.

Con il provvedimento approvato la Giunta provinciale ha ricostituito il Consiglio del Sistema Educativo provinciale.

 

*

Sono stati eletti:

Michele Rosa e Laura Zoller in rappresentanza dei dirigenti delle istituzioni scolastiche e formative provinciali;

Monica Motter e Massimiliano Sorci in rappresentanza dei docenti delle istituzioni scolastiche provinciali del primo ciclo;

Annuscka Brugnara in rappresentanza degli insegnanti di sostegno delle istituzioni scolastiche e formative provinciali;

Giovanni Ceschi e Massimiliano Prezzi in rappresentanza dei docenti delle istituzioni scolastiche provinciali del secondo ciclo;

Mara Ghiro in rappresentanza dei docenti delle scuole dell’infanzia provinciali;

Martina Detassis in rappresentanza dei docenti delle scuole dell’infanzia equiparate;

Carla Consolati in rappresentanza del personale amministrativo, tecnico, ausiliario e assistente educatore delle istituzioni scolastiche e formative provinciali o paritarie;

Alberto Ventroni in rappresentanza del personale direttivo delle istituzioni scolastiche e formative paritarie;

Denis Cainelli in rappresentanza dei docenti delle istituzioni scolastiche e formative paritarie.

Sono stati inoltre nominati:

Chiara Scalet, Alessandro Mercurio, Carlo Bagozzi e Lodovico Santopietro in rappresentanza degli studenti del secondo ciclo;

Nicola Tavonatti, Maria Rosaria Manini, Maurizio Freschi e Fabio Cusinato in rappresentanza dei genitori degli studenti delle istituzioni provinciali e Nicola Chiavarelli in rappresentanza dei genitori degli studenti delle istituzioni paritarie;

Chiara Maule in rappresentanza del Consiglio delle autonomie locali;

Luca Nicolussi Paolaz in rappresentanza della Conferenza delle minoranze linguistiche, convocato solo per la trattazione di argomenti riguardanti le minoranze mochena e cimbra;

Fanno parte del Consiglio quali membri di diritto il dirigente generale del dipartimento istruzione e cultura o un suo delegato e il sovrintendente scolastico provinciale. Partecipa inoltre, senza diritto di voto, Mirella Florian in qualità di rappresentante del Consei general per l’educazion e la formazion.

Il Consiglio del Sistema Educativo provinciale è un organo di partecipazione e di rappresentanza delle componenti della comunità scolastica che esprime parere sugli atti provinciali d’indirizzo e di programmazione in materia di:

a. autonomia delle istituzioni scolastiche e formative

b. offerta scolastica e formativa provinciale, servizi extrascolastici, innovazioni ordinamentali e valutazione dei risultati del sistema educativo provinciale;

c. piano provinciale per il sistema educativo e distribuzione dell’offerta formativa, anche in relazione a percorsi d’integrazione tra istruzione e formazione professionale;

d. educazione permanente svolta da istituzioni scolastiche e formative;

criteri per la definizione degli organici delle istituzioni scolastiche e formative provinciali.

Il nuovo Consiglio del sistema educativo provinciale resterà in carica per la durata della legislatura.