Intervista Presidente Transdolomites Massimo Girardi

Sicurezza sugli autobus: operativo un pulsante per segnalare le emergenze. Collegato alla Centrale Unica di Emergenza, consentirà all’autista di inviare al bisogno una richiesta di aiuto.

Novità in arrivo sul versante della sicurezza e dell’incolumità di passeggeri e autisti su mezzi di Trentino Trasporti: un apposito pulsante consentirà all’autista di segnalare le emergenze alla Centrale Unica Emergenze della Provincia. Partita la segnalazione gli operatori della Centrale Unica attiveranno le forze dell’ordine, ovvero la polizia o i carabinieri, segnalando la posizione GPS del mezzo che ha inviato l’allarme, e mobilitando così le pattuglie mobili presenti in zona, che interverranno a supporto dell’autista e dei passeggeri.

La novità è contenuta in una delibera approvata oggi dalla Giunta provinciale, su proposta del presidente, e risponde all’esigenza segnalata qualche tempo fa dalle rappresentanze sindacali, relativamente al bisogno di aumentare le condizioni di sicurezza sui mezzi di trasporto pubblici. “Abbiamo raccolto questa richiesta – sottolinea il governatore del Trentino – consapevoli che la sicurezza di cittadini e lavoratori è un bene prezioso, da tutelare senza esitazione e ricorrendo agli ausili che le moderne tecnologie oggi ci mettono a disposizione. Questa peraltro non è un’iniziativa isolata ma si colloca all’interno di una serie di decisioni che abbiamo assunto recentemente per venire incontro ai problemi segnalati da sindacati e utenti dei mezzi di trasporti pubblici. Vogliamo garantire un servizio capillare, puntuale, efficiente ma anche sempre più sicuro”.

Le politiche provinciali nel settore della mobilità hanno tra le loro priorità il rafforzamento della sicurezza e della regolarità dei trasporti pubblici e nel contempo il potenziamento del servizio offerto ai cittadini che ogni giorno utilizzano autobus, corriere o treni per spostarsi sul territorio, in un’ottica di sostenibilità.

Già nei primi mesi della legislatura, dopo incontro le rappresentanze sindacali, sono state attivate una serie di azioni nell’ambito specifico della sicurezza:

– il completamento del sistema di videosorveglianza sull’intera flotta degli autobus urbani;

– l’installazione sulla totalità degli autobus urbani ed extraurbani delle centraline in grado di comunicare la posizione GPS dei mezzi al sistema centrale M.I.T.T. (Mobilità Integrata Trasporti in Trentino);

– il servizio di vigilanza privata sui treni locali della Valsugana e della Trento-Malè, con 20 treni al giorno oggetto di scorta.

La sicurezza degli autisti e dei cittadini, utenti dei servizi di trasporto pubblico locale, è insomma una problematica costantemente sotto i riflettori della Giunta. In quest’ottica Trentino Digitale, con il coordinamento del Servizio trasporti, ha predisposto gli adeguamenti harware e software a bordo mezzo per un servizio di segnalazione emergenze a bordo, sfruttando le infrastrutture tecnologiche del sistema di bigliettazione elettronica provinciale M.I.T.T. (Mobilità Integrata Trasporti in Trentino). Questa funzione prevede che a fronte di una situazione di sicurezza di ordine pubblico a bordo di un mezzo di Trentino Trasporti S.p.A. l’autista possa inviare una segnalazione di emergenza tramite uno specifico pulsante del terminale autista alla Centrale Unica Emergenze (CUE) della Provincia autonoma di Trento. A fronte di tale segnalazione gli operatori della Centrale Unica attiveranno le forze dell’ordine, polizia/carabinieri, segnalando la posizione GPS del mezzo che ha inviato l’allarme, che in base alla disponibilità di pattuglie mobili sul territorio in prossimità del mezzo interverranno a supporto dell’autista.