Definite le modalità attuative per l’accesso dei diplomati IeFP all’Alta formazione Professionale. L’accesso sarà subordinato al superamento di una prova.

Entrano a regime le modalità che regolamentano l’accesso dei diplomati dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) all’Alta Formazione Professionale a partire dall’edizione 2021-2022. Il provvedimento, approvato recentemente dalla Giunta provinciale, conferma sostanzialmente le decisioni già assunte in via sperimentale nel mese di ottobre 2019 e ne delinea le modalità attuative.

Dopo una breve sperimentazione, avvenuta nell’anno in corso per l’edizione 2020-2021, la Giunta provinciale ha confermato nei giorni scorsi, con un apposito provvedimento, le modalità attuative per l’accesso dei diplomati dei percorsi dell’IeFP all’Alta Formazione Professionale.

Il documento stabilisce che a partire dall’edizione 2021-2022 l’accesso sarà subordinato all’accertamento positivo delle abilità e delle conoscenze previste a conclusione di un percorso di formazione per il potenziamento secondo gli standard nazionali delle competenze comuni di comunicazione in italiano, in lingua inglese e di matematica da parte dei candidati con diploma professionale. Gli studenti che concluderanno positivamente l’accertamento risulteranno quindi ammessi alla valutazione in ingresso dei percorsi di AFP coerenti con il proprio titolo-diploma professionale.

I percorsi di potenziamento delle competenze saranno attuati dalle istituzioni formative provinciali e paritarie che realizzano il quarto anno, anche in forma integrata tra loro, e dovranno avere una durata di almeno 60 ore di formazione, con una frequenza obbligatoria pari almeno al 75% del percorso effettuato.
Al termine del percorso gli studenti dovranno sostenere una prova di accertamento dell’acquisizione delle competenze richieste. Le modalità di raccordo con le istituzioni formative per la strutturazione di percorsi coerenti il potenziamento e la predisposizione delle prove per l’accertamento delle competenze comuni saranno gestite da IPRASE.

È previsto l’esonero, totale o parziale, dalla prova finale di inglese per il candidato in possesso della certificazione che attesti il livello B1 della lingua inglese o la documentazione di attestazione di competenze riconducibili a tale livello di abilità e conoscenza.