VIDEONEWS & sponsored

(in )

PAT * RECUPERO EX MENSA SANTA CHIARA: ” DOPO ANNI DI ABBANDONO TORNERÀ AD ESSERE UN PUNTO VITALE DELLA CITTÀ “

La delibera a firma dell’assessore Daldoss prospetta la creazione.  dell’Urban Center, la sede degli Ordini architetti ed ingegneri, il centro giovani e un locale pubblicoVia libera della Provincia al recupero dell’ex mensa Santa Chiara.

Dopo anni di abbandono, l’ex mensa Santa Chiara tornerà ad essere un punto vitale della città. La giunta provinciale ha votato stamani la delibera a firma dell’assessore all’urbanistica Carlo Daldoss con cui si autorizza la ristrutturazione del complesso tra il parco ed il teatro, con conseguente cambio di destinazione d’uso e ampliamento della struttura. L’ex mensa sarà ristrutturata ed ampliata per ospitare un Urban Center, un centro giovani, le sedi degli Ordini degli architetti e degli ingegneri, oltre ad un locale pubblico.

L’intervento – come sottolinea lo stesso assessore Carlo Daldoss – si inserisce nel piano della Provincia autonoma di Trento di recupero degli immobili cittadini, privati e pubblici, così da contribuire a migliorare la qualità del paesaggio urbano del Trentino.

Il Comune di Trento aveva inoltrato lo scorso 4 aprile la richiesta di autorizzazione per realizzare in deroga alle norme d’attuazione del Piano Regolatore Generale, la ristrutturazione con cambio di destinazione d’uso ed ampliamento del complesso dell’ex mensa Santa Chiara. La richiesta è stata gestita ed accolta da parte della Provincia in poco più di un mese.

Il progetto presentato dal Comune di Trento prevede il recupero dell’intero complesso, con un ampliamento volumetrico ed il cambio di destinazione.

La struttura esistente è di circa 5800 metri cubi, mentre ad ampliamento realizzato il volume urbanistico sarà pari a 6600 metri cubi, con un ampliamento quindi di circa 760 metri cubi. Al termine dei lavori – che riguarderanno anche l’area parco – l’edificio storico ospiterà un urban center e la sede degli ordini degli ingegneri e degli architetti, mentre nell’ampliamento sarà insediato il centro giovani. Inoltre, nell’ampliamento a sud sarà previsto un pubblico esercizio e nel piano seminterrato locali di servizio.