PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 17)

Maltempo: attivato il Piano di emergenza per le persone senza fissa dimora. Aggiunti altri 30 posti letto nelle strutture di accoglienza

Attivato da oggi e fino a martedì 19 novembre il Piano emergenziale per l’accoglienza delle persone senza fissa dimora messo a punto nelle scorse settimane dal Tavolo Inclusione che vede la partecipazione di Provincia autonoma, Comune di Trento, Comune di Rovereto e realtà di accoglienza.

Come spiegato dall’assessora Stefania Segnana, ai circa 190 posti letto disponibili a regime nelle strutture adibite a questo servizio gestite da soggetti del terzo settore, ne sono stati aggiunti altri 30: 24 per utenza di sesso maschile e 6 per le donne. Prevista inoltre l’apertura anche diurna di Casa Santa Maria, a Trento, con 24 posti. Tutte le procedure di accoglienza vengono gestite dallo Sportello unico per le persone senza fissa dimora.

Il Piano emergenziale viene attivato, ad integrazione della programmazione invernale delle attività di accoglienza e sostegno alle persone senza fissa dimora, in caso di eventi atmosferici e/o naturali straordinari, che comportino situazioni particolarmente critiche per chi non ha una casa: freddo, piogge intense o nevicate che si protraggono a lungo e così via. L’attivazione del Piano spetta ad una task force all’interno della quale siedono un rappresentante della Provincia, uno del Comune e uno di Fondazione Comunità Solidale.

All’attuazione del Piano collaborano La Fondazione Comunità Solidale, la Casa della Giovane, la Coopertiva punto di Approdo, Villa Sant’Ignazio, ATAS, APAS, Associazione Amici dei senza tetto, Centro Astalli, Trentino Solidale.