PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (undicesima puntata format Tv)

Fugatti ai Vigili del fuoco: “Siete come il cuore, la parte centrale della nostra comunità”. Ieri pomeriggio il presidente a Ronzo Chienis, in occasione della cerimonia di consegna delle benemerenze dei Corpi della Vallagarina.

“I Vigili del fuoco hanno dimostrato e dimostrano quotidianamente di mettersi a disposizione dei cittadini. Sono la parte centrale della nostra comunità e una specialità dei nostri territori. I cittadini lo sanno bene, ma non dobbiamo mai dare per scontato il loro servizio”. Così il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti ha voluto salutare i numerosi intervenuti alla cerimonia di consegna delle benemerenze e riconoscimenti alle anzianità di servizio dei Corpi della Vallagarina, che si è tenuta ieri pomeriggio a Ronzo Chienis, alla presenza delle autorità civili, politiche e religiose e di tantissimi volontari di tutte le età: dai giovanissimi allievi a chi presta servizio come volontario da oltre 35 anni.

“I giovani che partecipano, anche per un solo anno, alla formazione nel volontariato dei Vigili del fuoco fanno un’esperienza di crescita personale ed educativa che serve a tutta la comunità” ha detto ancora Fugatti, ricordando anche il servizio delicato e particolarmente rischioso svolto dai volontari, che il presidente ha avuto modo di conoscere da vicino fin dal suo insediamento, avendo assunto personalmente la competenza della Protezione Civile e della prevenzione rischi, nei giorni difficili di Vaia. Quindi ha rivolto loro un sentito ringraziamento per quanto fanno ogni giorno, anche con il supporto delle proprie famiglie.

Alla cerimonia erano presenti i sindaci della Vallagarina, fra cui naturalmente il sindaco di Ronzo Chienis Piera Benedetti, il presidente della Federazione dei Corpi dei Vigili del fuoco volontari della Provincia di Trento Tullio Ioppi e numerosi rappresentanti della Protezione Civile, Psicologi per i popoli e Scuola provinciale Cani da ricerca e catastrofe.

La serata è stata occasione anche per presentare le attività svolte dai Corpi della Vallagarina nel corso del 2019. Sono stati 4.034 gli interventi, per oltre 80 mila ore di lavoro: incendi, incidenti stradali, servizi tecnici, soccorso a persone o animali, allagamenti, frane, vigilanza, sono solo alcune delle tante attività che coinvolgono decine di volontari. È stato ricordato, infatti, che i Vigili del fuoco svolgono anche supporto all’elisoccorso e al soccorso alpino, a cui si aggiungono le ore di addestramento, la manutenzione delle attrezzature e degli automezzi, le manifestazioni, le gare di abilità. Tra queste, tante quelle che coinvolgono i giovani.

Sono stati, perciò, dedicati alcuni momenti ai riconoscimenti sportivi e ai campi estivi – fra tutti è stato ricordato quello della scorsa estate a Telfs, in Austria, che ha visto la partecipazione di migliaia di ragazzi provenienti dall’Euregio e dall’arco alpino. È poi arrivato il momento della consegna degli attestati di benemerenza a chi ha prestato dai 15 ai 30 e ben 35 anni di servizio nei Corpi. La cerimonia è stata allietata dal coro “Canto Alpino” e dalla partecipazione di tanti cittadini e famiglie presenti nella palestra della cittadina che ha ospitato l’evento.