Festival della Famiglia: oggi si chiude la kermesse con i laboratori per i bambini. Ieri al Festival della Famiglia inaugurata la mostra sull’Ospedalino di Trento con l’assessore Mirko Bisesti.

Ultimo giorno, oggi, per il Festival della Famiglia che ha proposto una settimana di appuntamenti, oltre 60 in totale, per discutere di denatalità vera emergenza demografica, culturale ed economica.

Oggi la kermesse è interamente dedicata alle famiglie e ai bambini con laboratori gratuiti, attività dedicate e giochi educativi offerti dalle organizzazioni certificate Family in Trentino e aderenti ai Distretti Family in Trentino, sempre più attenti alle esigenze e alle aspettative di un territorio “amico della famiglia”. Fra le proposte anche lo spettacolo “Famiglie” al Teatro Sanbàpolis alle 16 (in replica domani 8 dicembre sempre alle 16), con La Baracca – Testoni Ragazzi, dedicato ai bambini e alle bambine che iniziano ad avvicinarsi a un’idea di famiglia, e “Giù le mani dall’alveare” del Gruppo78, musical per famiglie al Teatro Cuminetti.

Ieri sera, infine, nel foyer dell’Auditorium Santa Chiara l’inaugurazione della mostra “C’era una volta… l’Ospedalino a Trento. Storie di bambini e di mamme, di cure, di speranze, di vita”, ideata dall’Associazione Amici della Neonatologia Trentina e dedicata alla storia dell’Ospedale infantile. Sono intervenuti l’assessore all’istruzione, università e cultura, Mirko Bisesti e il sindaco di Trento, Alessandro Andreatta.

 

*

C’era una volta… l’Ospedalino a Trento.
Vent’anni fa venne ideato a Trento un “Ospedalino” dedicato specificamente alle cure dei bambini. Nel 1991, dopo 70 anni di vita. le cure pediatriche vennero trasferite al S. Chiara. Fino agli anni ’60, quando venne tutto ristrutturato, fu molto importante il ruolo di quella benemerita istituzione. Negli anni ’70 -’80 le cure vennero rivoluzionate. Si deospedalizzò al massimo (i 300 bambini presenti nel 1970 si ridussero a 60 nel 1990); si registrava inoltre un forte calo di nascite (da 8000 a 4000 all’anno). I

n quel “piccolo mondo” in quegli anni si riuscì a organizzare in tutta la provincia una assistenza neonatale molto efficiente, dal punto di vista tecnico e umano. La mortalità infantile, elevatissima nel 1970 (il triplo dei dati svedesi!), si ridusse ai più bassi livelli mondiali. L’allattamento materno salì dal 60% alla nascita al 95%. I genitori ebbero libero accesso in Neonatologia (dal 1972) e in ogni altro reparto (legge del 1982).
L’Associazione Amici della Neonatologia Trentina ha ideato una mostra sulla storia dell’Ospedale Infantile, anche per documentare l’evoluzione del ruolo del Bambino nella Famiglia e nella Società nell’ultimo secolo. Sarà inoltre diffuso un libro con la documentazione di fatti storici e della vita nell’ambiente dei reparti dell’Ospedalino.

La mostra sarà aperta nel grande foyer dell’Auditorium Santa Chiara di Trento nei pomeriggi da martedì a sabato, fino a fine febbraio 2020. Sarà diffuso un libro con la documentazione di fatti storici e della vita nell’ambiente dei reparti dell’Ospedalino.

 

*

I laboratori.
Oggi è la giornata delle famiglie e dei bambini, con tanti laboratori gratuiti, attività dedicate e spazi gioco educativi nello stile «sperimentare per imparare!» offerte da alcune organizzazioni certificate Family in Trentino e aderenti ai Distretti Family in Trentino, sempre più attenti alle esigenze e alle aspettative di un territorio amico della famiglia.