Collaborare per la legalità nell’economia e nel lavoro, la firma di un protocollo. Sala Depero, martedì 7 luglio ore 11.30.

Tutelare l’economia legale, contrastare la commercializzazione di prodotti contraffatti e pericolosi, il lavoro nero o irregolare e l’abusivismo commerciale: sono gli obiettivi del protocollo che vede l’impegno di numerosi soggetti, come istituzioni pubbliche, inquirenti, sindacati, organizzazioni o enti espressione del mondo dell’economia e della tutela dei consumatori, e che sarà firmato nella Sala Depero del palazzo della Provincia autonoma di Trento, martedì 7 luglio alle ore 11.30. Alla firma saranno presenti i rappresentanti delle realtà che collaboreranno.

Assieme alla Provincia Autonoma di Trento, alla Procura Distrettuale della Repubblica di Trento, alla Procura della Repubblica di Rovereto e al Comando Regionale Trentino-Alto Adige della Guardia di Finanza, il protocollo impegna la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Trento, l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale – Direzione Regionale Trentino-Alto Adige, l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro – Dir. Prov. Trento, l’Università degli Studi di Trento, il CODACONS – Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, il CRTCU – Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti, INDICAM – Istituto di Centromarca per la lotta alla contraffazione, il Consorzio per la tutela dei Vini Valpolicella, il Consorzio di tutela Vini del Trentino, la Federazione Trentina della Cooperazione, l’Associazione Produttori Ortofrutticoli Trentini (APOT s.c.a), i sindacati CGIL, CISL, UIL del Trentino, anche per conto delle proprie associazioni di tutela dei consumatori – rispettivamente Federconsumatori, Adiconsum, ADOC -, Cia, Coldiretti, Confagricoltura del Trentino, AcliTerra e l’Associazione Contadini trentini.