PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

"Trentino news" - settimanale di informazione -

- - - - - -

 

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

"Giornata dell'Autonomia" - video Tv integrale -

I musei in una rete culturale aperta al territorio.Oggi pomeriggio in Piazza Dante indetta la prima riunione fra tutti i rappresentanti dei musei trentini.

Brainstorming per valorizzare il patrimonio museale del Trentino oggi pomeriggio nella prima riunione fra i vertici della Provincia autonoma di Trento e i presidenti – Vittorio Sgarbi, Stefano Zecchi, Ezio Amistadi – ed i direttori dei musei provinciali – Laura Dalprà, Michele Lanzinger, Giovanni Kezich, Gianfranco Maraniello – occasione per porre sul tavolo l’esigenza di fare sistema fra tutti gli enti museali del territorio. Un incontro cui hanno partecipato il governatore Maurizio Fugatti, l’assessore alla cultura Mirko Bisesti e i responsabili del dipartimento Istruzione e cultura Roberto Ceccato e del servizio attività culturali Claudio Martinelli.

“La Giunta ha in mente un progetto coordinato dal dipartimento provinciale che metta in sinergia tutti gli enti museali in un sistema unito e più forte e che possa, in un percorso che abbia un respiro ampio (almeno i 5 anni della legislatura) avvalersi del contributo e delle idee innovative di tutti gli attori coinvolti e di cui il Trentino ho bisogno per il nostro sviluppo futuro” ha detto l’assessore Bisesti, pensando anche alla cultura non solo al fine dell’attrattività turistica, ma come industria creativa che rende viva l’economia del territorio.

“Il nostro intento è far parlare fra loro le nostre potenzialità culturali ed artistiche” ha quindi aggiunto il presidente Fugatti, augurando a tutti buon lavoro.
Tra i temi si è discusso anche della valorizzazione del palazzo delle Albere, con proposte e progettualità di grande interesse e respiro.

Come è stato sottolineato, la riunione è la prima in vista della costruzione di una “governance collaborativa”, per cui ogni presidente e direttore ha avuto modo di condividere idee ed esperienze, portando anche le proprie istanze, fra le quali è emersa senza dubbio quella di accrescere l’attrattività del patrimonio museale soprattutto coinvolgendo il territorio.

Da parte di tutti è stata data totale disponibilità e apertura al confronto anche su alcune idee che sono state lanciate per la valorizzazione di location e mostre da programmarsi nel breve termine.