PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 14)

L’assessore Mirko Bisesti sulle proteste contro la conferenza di Fausto Biloslavo. “Da assessore all’Università della Provincia autonoma di Trento, da ex studente dell’ateneo di Trento, ma soprattutto da cittadino trentino, mi vergogno profondamente di fronte a quanto successo nell’Università di Trento in occasione del previsto incontro con un giornalista di fama nazionale come Fausto Biloslavo”.

Così l’assessore Mirko Bisesti, in relazione alle proteste che alcuni studenti hanno inscenato contro la conferenza, poi annullata per ragioni tecniche, che Biloslavo doveva tenere presso la Facoltà di Sociologia l’altro ieri.

“Biloslavo – scrive l’assessore – è apprezzato per la sua grande professionalità e per la sua quarantennale carriera, durante la quale si è contraddistinto come uno dei migliori reporter al mondo con servizi su guerre dimenticate, dall’Afghanistan all’Africa, fino all’Estremo Oriente. Impedire ad una persona di parlare, di diffondere le proprie idee è un fatto gravissimo, perché informare, ci tengo ancora una volta a sottolinearlo, è uno dei più sacrosanti diritti di un Ateneo e di uno Stato democratico così come il diritto al confronto civile. Di certo – aggiunge Bisesti – con l’Università degli Studi di Trento, provvederemo a realizzare l’evento: non sarà un gruppo di intolleranti, maleducati e violenti a fermare il diritto di dialogare civilmente in Trentino”.

“Questi comportamenti non devono ripetersi, perciò, dopo aver portato le mie scuse al giornalista prima inviato e poi boicottato, ho chiesto al rettore un confronto sulla situazione, soprattutto della Facoltà di Sociologia e di questi violenti”.