PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 13)

Cento anni di Famiglia Materna a Rovereto. Spinelli: “Siete pronte per tornare ad essere serene e forti”.

Grande festa ieri a Rovereto per i cento anni della Fondazione Famiglia Materna. Una realtà molto importante per la comunità lagarina che è attiva a Rovereto nella storica sede di via Saibanti, nell’area dove un tempo sorgeva la Maternità cittadina, e in altre sedi periferiche con differenti interventi di sostegno a donne e bambini nell’ambito dell’accoglienza residenziale, nell’inserimento lavorativo di persone a rischio di marginalità sociale, nel supporto a famiglie con esigenze particolari di conciliazione e nel contrasto alla violenza di genere. Un’attività portata avanti giorno dopo giorno da personale preparato e appassionato.

Tante ieri le iniziative rivolte alla cittadinanza, che sono culminate nel tardo pomeriggio con un momento ufficiale alla presenza delle autorità locali. A fare gli onori di casa il presidente della Fondazione, Antonio Planchenstainer. Sono intervenuti i sindaci di Rovereto e Nogaredo, Francesco Valduga e Fulvio Bonfanti, e l’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro, Achille Spinelli.

Proprio nel suo intervento l’assessore Spinelli, portando i saluti a nome dell’intera Giunta, ha affermato che “quando vengo da voi capisco l’aiuto che una Fondazione così forte ha dato in tanti anni di attività alle donne per la crescita delle proprie capacità e delle proprie competenze e per la crescita della fiducia verso una nuova speranza per coloro che si trovavano in situazioni di difficoltà. È bello vedere quanto realtà come quella della Fondazione Famiglia Materna riescono ad aiutare la nostra comunità in questo caso per formare donne più forti, più consapevoli, più preparate, pronte per tornare ad essere competitive”.

Le attività realizzate dalla Fondazione Famiglia Materna prevedono un finanziamento pubblico da parte della Provincia autonoma di Trento e degli enti locali per le rispettive competenze. Per le donne accolte è presente un progetto di aiuto personalizzato calibrato alle caratteristiche e alle esigenze delle singole situazioni, elaborato e verificato dal servizio sociale territoriale con il coinvolgimento delle interessate e degli altri servizi eventualmente coinvolti (sanitari, educativi ecc…). Le finalità principali dei servizi erogati sono costituite da un lato alla protezione e al sostegno alle donne e ai bambini e dall’altro a favorire il più possibile percorsi di superamento delle fragilità, di rafforzamento delle competenze e di acquisizione dell’autonomia in ambito abitativo, educativo e lavorativo.

Cento anni sono un traguardo importante per il significativo orizzonte temporale trascorso mantenendo sempre viva l’idea di partenza costituita da un attenzione rivolta alle donne che vivono una condizione difficile. 100 anni fa erano le donne che si trovavano a dover vivere da sole il dramma di una gravidanza illegittima, oggi sono le donne e le mamme che transitano per motivi diversi nei servizi della Fondazione. Questo anniversario permette di ripercorrere attraverso la storia della Fondazione anche la storia del nostro Paese, riconoscendo epoche, fasi di sviluppo e problemi sociali emergenti dei quali i servizi realizzati dalla Fondazione sono la cartina al tornasole di evoluzioni storiche significative.

La Fondazione in tanti anni di attività è stata capace di adattarsi alle istanze del momento, ha dovuto confrontarsi e lasciarsi interrogare dai fenomeni emergenti, puntando anche su azioni di sensibilizzazione che hanno contribuito a sviluppare le filiera di servizi che vediamo adesso e che sono espressione di un’importante funzione pubblica. Cento anni per guardare al futuro con la continua ricerca dei modi migliori per essere veicolo di emancipazione per le donne e i bambini e per la cittadinanza. In questa direzione vanno i progetti della Fondazione che si affacciano anche verso l’esterno e verso le imprese, attraverso effettivi modelli di impresa sociale che funzionano e che producono effetti multipli.