“Ad un passo dal cielo”: a Ledro le strategie di gestione dei territori alpini. Domani 24 agosto giornata di studio con la presenza del vicepresidente Mario Tonina.

Una giornata di studio dedicata alla gestione dei territori alpini: si terrà domani, sabato 24 agosto, presso l’auditorium di Tiarno di sopra in Val di Ledro a partire dalle ore 9, con esperti e personalità istituzionali a confronto. Le relazioni verteranno su tematiche attuali, come il cambiamento climatico, sul quale interverrà Norbert Lantschner, inventore del progetto Casa clima di Bolzano e la gestione venatoria dei territori di montagna, con lo specialista e scrittore Franco Perco.

Si spazia poi dallo spopolamento dei paesi di montagna, di cui tratterà Annibale Salsa, già presidente del CAI nazionale, per poi arrivare alla deforestazione dovuta agli agenti atmosferici e la riforestazione, che avrà per relatore il responsabile del Dipartimento agricoltura, foreste e difesa del suolo della Provincia autonoma di Trento Romano Masè.
Il funzionario all’ufficio di Bruxelles della Federazione Trentina della Cooperazione Samuel Cornella parlerà di incentivazione del territorio montano e Manuela Pierobon delle opportunità e dell’innovazione nel recupero dei territori alpini attraverso la coltura della canapa.

Ad ogni relazione seguirà un commento politico. Saranno presenti, tra gli altri, il vice presidente della Provincia autonoma di Trento Mario Tonina, l’assessore all’agricoltura Giulia Zanotelli, la senatrice Elena Testor e il già presidente della provincia autonoma di Bolzano Luis Durnwalder .

Il tema centrale della giornata è il cambiamento climatico, che consiste in una variazione statisticamente significativa, sia delle temperature medie sia della mutevolezza del clima, persistente per periodi di tempo, che vanno da poche decine a milioni di anni. Il rischio è un possibile cambiamento delle condizioni climatiche medie, con un verificarsi più frequente di eventi meteorologici estremi e alterazioni ambientali e animali. Il riscaldamento globale è l’inequivocabile e il continuato innalzamento della temperatura media del pianeta, che ha innescato nel pianeta una serie di ricadute, partendo dallo scioglimento dei ghiacciai per arrivare alla sparizione di molte specie viventi.