La Lega, per tramite dei capigruppo comunali di Lavis e Terre d’Adige, Monica Ceccato e Sergio Zadra, si sta già muovendo nelle sedi opportune al fine di trovare una soluzione affinchè si possa garantire alle comunità interessante la presenza del punto vendita del Consorzio 5 Comuni, tra Lavis e il nuovo comune di Terre d’Adige, importante per la promozione dei prodotti agroalimentari del territorio. Uno spaccio storico che ha aperto nel 1963 quando i contadini di Zambana e dei comuni vicini avevano un chiosco dove vendevano i loro prodotti. Considerato motivo d’orgoglio per gli amministratori dell’attuale Consorzio dei 5 Comuni, il punto vendita si è sempre mantenuto autonomamente, ma ora è stato chiuso con un utile di 45 mila euro.

Nei fatti un tocco al cuore perchè quel negozio rappresenta un riferimento per la comunità, tant’è che comunque il fatturato c’è e forse è necessario uno sforzo maggiore nel puntare a tenere aperto un presidio sul territorio che vanta una storia decennale e gloriosa, importante sia per i cittadini della zona che per i turisti che si recano per acquistare le eccellenze enogastronomiche locali.

Cercheremo quindi di difendere e di trovare soluzioni a riguardo nei limiti di quanto è nella nostra competenza. La posizione della Lega sulla tutela dei servizi territoriali e dei piccoli produttori è molto chiara e ci faremo carico delle esigenze del territorio con tutti i mezzi che abbiamo a disposizione.

Questo quanto dichiarato in una nota dal Consigliere provinciale e regionale della Lega Salvini Trentino, Denis Paoli.