VIDEONEWS & sponsored

(in )

PACCHER (LEGA) * VIABILITÀ: « LA PAT ATTIVA NELLA MESSA IN SICUREZZA DELLA SP66, LE ACCUSE RIVOLTE AGLI UFFICI SONO DA RISPEDIRE AL MITTENTE »

Per quanto riguarda la messa in sicurezza della SP66 di Montagnaga tra la km 5,500 e la km 6,200 in loc. Riposo nel comune di Pergine Valsugana, la Provincia, tramite il Servizio strade, ha costantemente monitorato la situazione a seguito degli eventi di fine ottobre 2018. Si è proceduto fin da subito alla messa in sicurezza, non potendo però, per le dovute ragioni, intervenire sui terreni privati.

La delicata situazione è stata costantemente monitorata e, tanto per citare un esempio, all’indomani del disgelo invernale il Servizio Gestione strade, Geologico e Foreste della PAT ha avviato tutta una serie di sopralluoghi che hanno portato alla decisione – a causa della totale assenza di iniziativa da parte dei proprietari dei fondi e di un coordinamento dei comuni interessati – di procedere a fine luglio con un intervento di somma urgenza da parte della PAT.

Un intervento, questo, che è passato per l’emissione di un decreto di occupazione d’urgenza, ovvero un atto che viene fatto solamente in circostanze eccezionali e che essere promulgato necessita di un’attenta analisi sulla sua effettiva necessità. La situazione, anche a seguito del rotolamento di un apparato radicale il 30 luglio, era dovuta e i lavori di messa in sicurezza anche sui terreni privati saranno avviati entro fine settembre.

Ragion per cui, anche alla luce di quanto affermato da qualche amministratore comunale, ritengo che la situazione sia ben chiara. Per questo, eventuali accuse implicite rivolte agli uffici della Provincia sono da rispedire al mittente che – come il sottoscritto – poteva maggiormente informarsi sullo stato di risoluzione del problema che interessa un percorso stradale importante per l’altopiano di Pinè.

 

*

É questo quanto dichiarato in una nota dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Roberto Paccher