VIDEONEWS & sponsored

(in )

OTTOBRE* LA PAT RECEPISCA LA LEGGE 158/2017 PER IL MANTENIMENTO DEI PRESIDII POSTALI SUL NOSTRO TERRITORIO

«Alla luce delle dichiarazioni emerse dall’audizione presso le Commissioni riunite Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici rasporti della Camera, dell’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, è opportuno che la Provincia Autonoma di Trento recepisca parte della legge 158/2017 in materia di sostegno e valorizzazione dei piccoli comuni, in particolare l’articolo n. 9 dove si parla di servizi postali». Ad affermarlo è l’onorevole Mauro Ottobre.

Durante l’audizione di Del Fante alla Camera di oggi, infatti, arriva una prima risposta alle norme della legge sui Piccoli Comuni che impegna al mantenimento dei servizi essenziali e di qualità. Il nuovo Piano di Poste esclude infatti chiusure e rimodulazioni orarie degli uffici postali nei centri minori.

Un piano che va nella auspicata direzione di garantire un servizio importante come quello postale a tutti i cittadini in coerenza con la legge 158/2017. Per garantire uno sviluppo sostenibile e un governo equilibrato del territorio la nuova normativa stabilisce che i vari enti competenti promuovano nei Piccoli Comuni l’efficienza e la qualità dei servizi essenziali, servizi postali compresi.

A tale scopo i Piccoli Comuni possono istituire anche in forma associata centri multifunzionali per l’erogazione delle prestazioni. Con l’obiettivo di perseguire la coesione sociale e territoriale, infine, i Piccoli Comuni possono proporre d’intesa con la Regione di appartenenza e secondo le modalità previste dal contratto di programma, iniziative per sviluppare, anche con il ripristino degli uffici eventualmente chiusi, l’offerta complessiva dei servizi postali in specifici ambiti territoriali tali da valorizzare la presenza capillare del servizio

«Da sottolineare il fatto che a livello nazionale vi sia la tendenza a valorizzare i piccoli comuni, mentre nella Provincia Autonoma di Trento sta accadendo l’esatto contrario», ha aggiunto Ottobre. «Occorre dare nuovi strumenti ai piccoli comuni per contare di più, pertanto è necessario recepire la legge nazionale. È fondamentale che nei nostri comuni vengano mantenuti i presidi postali, che svolgono un servizio fondamentale per le nostre comunità», ha concluso Ottobre.