VIDEONEWS & sponsored

(in )

OSSERVATORIO IMPRESA CULTURA ITALIA-CONFCOMMERCIO E SWG * COVID: « SITUAZIONE DIFFICILE PER SPETTACOLI E CONCERTI DAL VIVO OLTRE CHE PER CINEMA E TEATRO, BENE I LIBRI »

Concerti, teatro, cinema: crolla il numero di biglietti “staccati”.

La situazione resta comunque difficile, in particolare per le attività rimaste chiuse durante i lockdown, che sono ancora lontanissime dai livelli fatti registrare prima della pandemia: a giugno, infatti, solo il 2% degli italiani ha acquistato biglietti per spettacoli e concerti dal vivo, il 3% per il teatro e il 4% per il cinema.

 

 

Non tutto è nero, aumentano i lettori di libri

Dalla ricerca emerge tuttavia la crescita del numero di lettori abituali di libri: il 25% li preferisce su carta (contro il 20% di dicembre 2020) rispetto al 17% che sceglie la versione digitale. In ogni caso, si profila una convivenza tra le due forme, con scelte di acquisto e di fruizione legate soprattutto a criteri di praticità (prodotto digitale) e di gusto (prodotto cartaceo).

 

Tv: più piattaforme, meno spettacoli dal vivo

Per quanto riguarda la tv, il 42% degli intervistati utilizza abitualmente piattaforme streaming a pagamento e uno su quattro pensa di utilizzarle come strumento principale nei prossimi mesi, mentre cala la predisposizione a seguire spettacoli dal vivo in streaming, segno che per questo tipo di eventi il digitale non può essere considerato un’offerta completamente sostitutiva all’esperienza dal vivo.

 

Meno ingressi e “green pass” per eventi dal vivo in sicurezza

Anche per il prossimo futuro la partecipazione ad eventi dal vivo risentirà fortemente dei timori e delle incertezze legati al Covid. Tra le misure ritenute più necessarie per visitare musei e assistere a concerti in sicurezza spiccano limiti al numero di ingressi (per il 51% degli intervistati) e accessi consentiti solo con il green pass (oltre il 40%).