VIDEONEWS & sponsored

(in )

OSSANNA (PATT) – PROPOSTA DI MOZIONE * CORONAVIRUS: « PROCEDURA DI AFFIDAMENTO DEI SERVIZI TECNICI DI IMPORTO SUPERIORE ALLA SOGLIA EUROPEA »

Egregio
Walter Kaswalder
Presidente del Consiglio provinciale

SEDE
PROPOSTA DI MOZIONE N°
PROCEDURA DI AFFIDAMENTO DEI SERVIZI TECNICI DI IMPORTO SUPERIORE ALLA SOGLIA EUROPEA

Il Coronavirus sta bloccando l’Italia e di conseguenza anche il Trentino. È necessario, come è già stato posto in essere, intervenire ulteriormente con misure urgenti di sostegno per le famiglie, i lavoratori e i settori economici connesse all’emergenza da Covid19.

Per sopperire a queste problematiche è stata firmata e promulgata la recentissima LEGGE PROVINCIALE 23 marzo 2020, N.2 “Misure urgenti di sostegno per le famiglie, i lavoratori e i settori economici connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19 e altre disposizioni”.

Il provvedimento proposto dalla Giunta e approvato in Consiglio Provinciale il giorno giovedì 19 marzo ha tuttavia necessità, come sottolineato anche dallo stesso Presidente della Provincia, di alcuni interventi migliorativi.

In particolare, dopo un confronto con le categorie del settore e con le amministrazioni pubbliche, si nota che l’art. 2 della citata Legge 2/2020 si occupa di derogare le soglie europee degli importi dei lavori ma non quello dei servizi tecnici (progettazione, direzione lavori, sicurezza ecc.) e pertanto c’è la necessità di intervenire con una modifica alla legge n. 2 del 2020.

Viste le problematiche di stagnazione economica che già sono evidenti causa il Coronavirus e vista la necessita di far ripartire il sistema economico, all’art. 2 della L.P. 2/2020 è stata inserita una deroga per due anni alla soglia europea di 5.000.000 € sugli affidamenti pubblici di servizi e forniture, prevedendo delle procedure semplificate.
Parrebbe corretto utilizzare questa filosofia delle procedure semplificate anche per gli appalti dei servizi tecnici semplificando le procedure per importi di parcelle sopra la soglia europea 230.000 €, questo al fine di sostenere progettisti e tecnici locali.

Pertanto, per una categoria in sofferenza, quella dei progettisti e tecnici, questa rappresenterebbe una scelta atta all’aiutare gli studi locali che altrimenti subirebbero la concorrenza di studi tecnici provenienti da fuori provincia con i requisiti necessari per una gara di tipo europeo.
Tutto ciò premesso,

IL CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

impegna la Giunta provinciale
A valutare la possibilità di derogare al limite europeo fissato per i servizi tecnici, nella stessa filosofia e tempistica già prevista nell’art. 2 della Legge Provinciale 23 marzo 2020, n. 2.

 

*

Cons. Lorenzo Ossanna