PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Giornata dell'Autonomia (5/9/2019)

- video Tv integrale -

PIANO CASA: LA GIUNTA PRONTA A RI-FINANZIARE LA MISURA

Di seguito un estratto della risposta all’interrogazione a risposta immediata 403 fornita in aula dall’Assessore Segnana,

interrogante: Cons. Lorenzo Ossanna (Patt)

avente oggetto: “Intenzioni della Giunta provinciale in merito al pacchetto “obiettivo casa” – contributo acquisto prima casa (Bando 2018)”.

SEGNANA: “I termini per la presentazione delle domande sono stati aperti il 2 maggio 2018 e chiusi il 31 dicembre 2018.

Con le risorse finanziarie disponibili sono state accolte in ordine cronologico le domande presentate fino alle ore 8.34 del 16 ottobre 1018; le pratiche istruite sono state 1.063, delle quali 1.000 hanno ottenuto la concessione del contributi, 54 non sono state ammesse per vari motivi, 5 sono state revocate e 4 sono state ritirate. Risultano pertanto non ammissibili a contributo, per esaurimento delle risorse finanziare, 360 domande presentate dal 16 ottobre al 31 dicembre 2018, il cui accoglimento sarà coperto con uno stanziamento integrativo attingendo dai fondi di riserva del bilancio provinciale, per una ulteriore somma pari a circa 5,2 milioni di euro. Tuttavia, prima di decidere il rifinanziamento dei bandi o l’eventuale rinnovo delle iniziative già sperimentate, si impone anche la necessità:

Di procedere a una valutazione complessiva delle ricadute economico-sociali prodotte sul territorio provinciale dalle predette misure di agevolazione;
Di svolgere un’attenta analisi complessiva dei bisogni abitativi della popolazione trentina anche alla luce dei cambiamenti sociali in atto (mobilità dei giovani, invecchiamento della popolazione adulta, esigenza di co-abitazione).

Si tratta di un passaggio obbligatorio considerato che la contrazione delle risorse finanziarie disponibili rende necessario scegliere e costruire un modello di incentivazione che sia adeguato alle esigenze dell’abitare sociale.

Per tale ragione, la Giunta provinciale ha avviato negli scorsi mesi con le proprie strutture tecniche un lavoro di verifica e analisi dei dati con l’obiettivo di progettare e definire future politiche della casa.

L’esigenza di assicurare un momento di riflessione su quanto già attuato si impone maggiormente con riguardo alla possibilità di integrare gli stanziamenti per la concessione del contributo a sostegno dell’acquisto della prima casa di abitazione e del risparmio pensionistico complementare”.

Il Consigliere Lorenzo Ossanna si è detto soddisfatto della risposta fornita dall’assessore:

OSSANNA: “Apprendo con piacere che la Giunta, in sede di bilancio di assestamento, intende finanziare anche le 360 domande di contributo per acquisto casa, consegnate dopo il 16 ottobre 2018. La Giunta esprime la volontà di effettuare una valutazione sulla necessità o meno di proseguire con i contributi. Sono convinto che l’esito della valutazione sarà positiva perché gli interventi, preferibilmente a fondo perduto, sono fondamentali soprattutto per i giovani che vogliono crearsi un nucleo familiare.

Questi interventi costituiscono un volano per l’economia e portano a un miglioramento dell’aspetto architettonico e paesaggistico del nostro territorio”.

Ringraziando per l’attenzione, porgo agli organi di stampa i miei più cordiali saluti.

Lorenzo Ossanna, consigliere provinciale