VIDEONEWS & sponsored

(in )

OSSANNA (PATT) – INTERROGAZIONE * COVID: « INIZIO QUARANTENA ANCHE PER TEST RAPIDI CON ESITO POSITIVO GIÀ ESEGUITI PRIMA DEL 04 NOVEMBRE? »

Oggetto: Inizio quarantena anche per test rapidi con esito positivo già eseguiti prima del 04 novembre 2020.

È di oggi la notizia, molto attesa, che con la positività del test rapido scatta la quarantena. Un passaggio molto importante che conferma completamente quanto proposto in una mia interrogazione di data 23 ottobre dove si chiedeva esattamente questo.

La situazione epidemiologica è completamente cambiata ed ora i tamponi rapidi permettono di identificare immediatamente la positività dei pazienti al coronavirus. In sintesi, alla positività di un tampone rapido scatta da subito la quarantena di dieci giorni e al termine di questa, alla persona, sarà effettuato un tampone molecolare per stabilire l’eventuale negatività al virus; in caso di negatività la persona esaminata può di nuovo tornare alla normalità.

Questo significa una drastica riduzione dei tempi con un risparmio economico e sociale notevole.

Ora nasce il problema di come trattare le persone che hanno effettuato il test rapido nei giorni scorsi e che al risultato positivo di questo sono tenuti a rimanere isolati aspettando che l’Azienda Sanitaria fissi un appuntamento per un tampone molecolare che validi la positività. Questa situazione crea notevoli disagi a tali persone e alle loro famiglie che in questo momento devono rimanere a casa in attesa di una chiamata dell’Azienda Sanitaria dove gli verrà fissato l’appuntamento per il tampone sopramenzionato. In molti casi, questi soggetti, devono rimanere a casa senza un certificato medico perdendo giorni di permesso o di ferie.

 

*

Tutto ciò premesso, s’interroga il Presidente della Giunta provinciale e l’Assessore competente per chiedere:

⁃ se il Presidente intenda attivarsi urgentemente affinché venga applicato il criterio retroattivo e quindi far partire la quarantena dal momento del risultato del test rapido anche a tutte le persone che hanno eseguito il test rapido prima del quattro di novembre; successivamente, alla fine dei 10 giorni di quarantena il paziente, come di procedura verrebbe sottoposto al test molecolare e se questo risultasse negativo potrebbe tornare alla normalità;

A norma di Regolamento, si richiede risposta scritta.

Trento, 05 novembre 2020

 

*
cons. Lorenzo Ossanna