VIDEONEWS & sponsored

(in )

OSSANNA (PATT) * FASE 2 – TENNIS: « GLI AMATORI NON POSSONO PRATICARE QUESTO SPORT, HA COME BASE ESSENZIALE LA PRESENZA DI ALMENO DUE GIOCATORI »

Lorenzo Ossanna (PATT): pensiamo anche allo sport del Tennis!

La nuova ordinanza, emanata dal Presidente della Provincia, dà la possibilità di ritornare a praticare lo sport sia agonistico sia amatoriale.

Una anomalia è sicuramente rappresentata dalle regole del tennis, che, basate sul rispetto della sicurezza e della salute di chi pratica tale attività, portano ad un cortocircuito curioso: gli atleti possono allenarsi in coppia, mentre gli amatori non possono praticare questo sport che ha come base essenziale per la sua pratica la presenza di almeno due giocatori. Tuttavia, sul decreto si parla di sport da praticare in maniera individuale.

Alcuni presidenti regionali, come quello del Veneto, con le loro ordinanze hanno aperto l’accesso ai circoli di tennis del loro territorio, non si capisce perché non si possa, nel massimo rispetto delle direttive sanitarie emesse dagli organi competenti nazionali e locali, consentire la medesima opportunità anche ai residenti in Provincia di Trento.

“È indubbio  – afferma il Consigliere autonomista Lorenzo Ossanna – che il gioco del tennis, considerato a tutti gli effetti sport individuale, rimane uno dei più sicuri in quanto non prevede nessun contatto fra i giocatori. Inoltre, il tennis è uno sport che può essere gestito anche in maniera sicura. Infatti, in tutte le strutture presenti sul territorio, per poter giocare è necessaria la preventiva prenotazione del campo, permettendo di indicare giorno e ora evitando così pericolosi assembramenti.

Proprio per queste motivazioni – conclude Ossanna – se non sia opportuno permettere, oltre alla possibilità di praticare lo sport del tennis in modo individuale, anche in maniera tradizionale, con la presenza in campo di almeno due giocatori.