PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (13ma puntata format Tv)

Egregio Segretario Generale UIL del Trentino,

con l’entrata in vigore del D.M. 13 marzo 2018 “Costituzione degli Albi delle professioni sanitarie tecniche della riabilitazione e della prevenzione”, l’Ordine TSRM-PSTRP della Provincia di Trento annovera, tra i propri iscritti, i Tecnici della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (TPALL); questo professionista, il cui profilo è definito dal D.M. 17 Gennaio 1997 n. 58, ha le competenze per vigilare e controllare gli ambienti di vita e di lavoro e può valutare la necessità di effettuare accertamenti ed inchieste per infortuni e malattie professionali.

Tra pochi giorni, verrà istituita la Commissione di albo della professione sanitaria di TPALL che potrà, finalmente, designare almeno un rappresentante nel “Comitato provinciale di coordinamento in materia di salute e sicurezza sul lavoro”; il TPALL può offrire le proprie competenze nel difficile compito di trovare soluzioni possibili nella prevenzione degli infortuni in ogni ambito lavorativo, ivi compresi i boschi del nostro territorio. Nel merito, i TPALL iscritti hanno raccolto con una certa inquietudine la proposta di istituire “nuclei specializzati del Corpo forestale provinciale” senza la necessaria e adeguata formazione richiesta per l’esercizio professionale di Tecnico della prevenzione, ipotesi che probabilmente porrebbe in difficoltà gli stessi forestali. I TPALL sono disponibili per una attenta valutazione del problema, in collaborazione con le Organizzazioni sindacali e con tutti gli attori interessati, nel comune intento di contrastare “lo stillicidio di infortuni nei boschi trentini”.

Dimostrando la massima disponibilità ad un tavolo di confronto, si porgono i più cordiali saluti.

 

*

Il Presidente
Ordine TSRM-PSTRP della PAT TSRM Dott. Michele Caliari

 

20191210_lettera_Alotti_inf