News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

ORDINE REGIONALE DEI CHIMICI DEL TRENTINO ALTO ADIGE * REGOLAMENTI REACH E CLP: CONVEGNO AL MUSE IL 22 GIUGNO

Scritto da
12.11 - giovedì 14 giugno 2018

in allegato invio comunicato stampa e programma di un convegno molto interessante che si terrà presso il Muse di Trento il prossimo 22 giugno. Si tratta di un momento di sSi terrà venerdì 22 giugno presso il Muse – Museo delle Scienze di Trento il convegno “Salute, ambiente e competitività: il ruolo della chimica, organizzato dall’Ordine regionale dei Chimici del Trentino Alto Adige in stretta collaborazione con Confindustria Trento, per la direzione scientifica di Fabrizio Dematté.

Focus dei lavori dell’intera giornata di studio saranno i regolamenti Reach e Clp e le novità volute dalla Comunità economica europea in tema di sostanze chimiche e, in particolare, di quelle pericolose. Dopo 12 anni dalla prima emanazione di Reach, infatti, dal primo giugno 2018, i regolamenti sono pienamente in vigore.

Il Reach e Clp sono due regolamenti europei (Reg. 1907/2006 e Reg.1272/2008) adottati per assicurare una sempre maggiore protezione della salute delle persone e dell’ambiente dai rischi delle sostanze chimiche.

Si tratta di regolamenti complementari: Clp armonizza i criteri di classificazione dei pericoli, Reach è il sistema di registrazione, valutazione e autorizzazione delle sostanze chimiche.

Sono 21.551 le sostanze che sono state registrate entro il primo giugno e ad oggi costituiscono uno dei più corposi registri pubblici al mondo: informazioni in merito alle proprietà chimiche, fisiche e tossicologiche di sostanze presenti in tutti gli oggetti di uso quotidiano.
Reache Clp si riferiscono infatti non solo a quelle sostanze utilizzate nei processi industriali, ma anche a tutte quelle presenti nei detergenti, nelle vernici, nei giocattoli, negli abiti, nei mobili, in campo elettronico e in tutti gli altri oggetti che fanno parte della quotidianità.

È sostanza chimica soggetta ai attenzione, per esempio il Bisfenolo A, utilizzata per costituire la carta termica degli scontrini fiscali e, in passato, nelle tettarelle dei lattanti. Oppure le sostanze usate per tingere i vestiti, i pigmenti dei tatuaggi, le sostanze che servono a chiarificare le acque potabili. O ancora l’arsenico dei vetri di Murano e la formaldeide in alcuni contenitori per alimenti.

Questi temi si ritroveranno fortemente negli interventi proposti durante il convegno, che vuole rappresentare non solo uno spazio di riflessione per addetti ai lavori, piuttosto un momento di informazione, divulgazione e formazione trasversale al quale l’intera cittadinanza è invitata.

Hanno aderito soggetti molto diversi tra loro, dal mondo produttivo, istituzionale, sociale, assicurativo che, rispondendo positivamente all’appello lanciato dall’Ordine Regionale dei Chimici del Trentino Alto Adige hanno dimostrato di riconoscere che lo studio della pericolosità dei “chemicals” e la comunicazione degli esiti è una questione di pubblico interesse.

I regolamenti impongono infatti dei controlli a tutto il sistema produttivo con verifiche relative all’utilizzo che ne viene fatto, proponendosi come strumento per stimolare la competitività e l’innovazione.

 

 

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2018/06/cs_Reach2018_1306.pdf”]

 

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2018/06/programma-1.pdf” title=”programma”]

 

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.