Anche sul Progettone sembra che la giunta non abbia le idee molto chiare o almeno c’è da augurarselo perché secondo quanto afferma l’assessore Spinelli pare proprio che i numeri siano in drastico cali.

La voglia di strafare o per meglio dire straparlare sta assumendo i connotati della tragedia greca.

I soggetti deboli devono essere aiutati per il presidente Fugatti i dimenticandosi di dire che dal 2017 ad oggi si evidenzia un crollo degli aiuti stessi se è vero come è vero che si parla di 1500 opportunità occupazionali contro i 1861 del 2017.

Per cui a fronte delle mancate risposte alle criticità già da troppo tempo evidenziate dai sindacati si risponde pontificando una riduzione degli aiuti in termini di numeri di opportunità del 20%

Siamo davvero spaventati da tanta inefficienza. Una situazione pericolosa che vede il Trentino sempre più in difficoltà.

 

*

ONDA CIVICA TRENTINO