VIDEONEWS & sponsored

(in )

ON ROSSINI * BULLISMO: « LA PREVENZIONE È LA STRADA DA INTRAPRENDERE, ANTICIPARE GLI INTERVENTI DI RIEDUCAZIONE E DI MONITO GIÀ AI PRIMI SEGNALI »

“Prevenire il bullismo è la strada da intraprendere, anticipando gli interventi di rieducazione e di monito già ai primi segnali, quando Minori manifestano episodi reiterati di aggressione”, dichiara la deputata trentina Emanuela Rossini, impegnata al tavolo di maggioranza su una proposta di legge in materia di prevenzione del bullismo che arriverà al voto la settimana prossima in Commissione Giustizia.

“La scuola è il luogo dove si manifestano i primi segnali, dobbiamo aiutarla a saperli riconoscere ma soprattutto ad agire secondo un Piano di intervento e di sensibilizzazione, che non esponga il singolo insegnante ma che avvenga in concerto e fiducia tra tutti i soggetti in campo”, sostiene Rossini. “ Vanno coinvolte le famiglie del Minore aggressivo per responsabilizzarle e, se il caso, intervenire su quel contesto familiare. Anticipare gli interventi significa poter recuperare molti minori prima che sia troppo tardi”, continua la deputata trentina.

“Dare assistenza psicologica e giuridica alle vittime è un altro punto inserito nella legge. Al ragazzo vittima di una grave aggressione con il genitore in una scuola a Rovereto vorrei far giungere tutta la mia vicinanza ed impegno concreto che prometto a tutte quelle famiglia colpite da lutti troppo precoci, causati dal senso di emarginazione creato intorno a ragazzi vittime di bullismo che non ce la fanno. Infine, a tutti giovani dobbiamo chiedere uno scatto di solidarietà e di consapevolezza che il  bullismo colpisce tutti, non solo la vittima del momento, perchè instilla la paura. Dobbiamo unirci, ciascuno per la sua parte, contro questa forma di intossicazione dello spazio sociale dove crescono i nostri bambini e ragazzi  – conclude la deputata Emanuela Rossini.