VIDEONEWS & sponsored

(in )

ON. MELONI (FDI) * CASO CARLO GILARDI: « HO SCRITTO AL MINISTRO CARTABIA, È DOVEROSO L’INTERVENTO DEL MINISTERO PER FARE CHIAREZZA » (TESTO INTEGRALE LETTERA)

Il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha inviato oggi una lettera al Ministro della Giustizia, Marta Cartabia, sul caso del signor Carlo Gilardi.

Di seguito il testo integrale:

 

*

Gentile Ministro,

Le scrivo per sottoporLe il caso del signor Carlo Gilardi, il professore novantenne di Airuno ospite dalla fine di ottobre 2020 della RSA Airoldi e Muzzi di Lecco su disposizione del giudice tutelare del Tribunale di Lecco e dell’amministratore di sostegno.

Il signor Gilardi è molto conosciuto e amato dai suoi concittadini per la sua umiltà e generosità. È un uomo colto e amante della poesia, oltre ad essere un benefattore stimato dalla comunità. Abbiamo conosciuto la sua storia grazie al lavoro giornalistico di Nina Palmieri e della redazione del programma televisivo “Le Iene” e ci siamo subito interessati al caso, insieme a tantissimi altri italiani. Sono molti, infatti, gli aspetti controversi e poco chiari di questa vicenda. Le tante domande senza risposta hanno sollevato il dubbio che il signor Gilardi sia stato ricoverato contro la sua volontà presso la residenza sanitaria lecchese.

Fratelli d’Italia ha preso subito a cuore il caso e ha depositato il 20 novembre 2020, praticamente all’indomani del primo servizio tv, un’interrogazione parlamentare a risposta scritta all’allora Ministro della Giustizia, on. Alfonso Bonafede. Nell’interrogazione, che allego alla presente, chiedevamo al Governo di fare chiarezza e di valutare tutte le iniziative utili, anche di carattere ispettivo, per verificare la situazione. Al momento, però, non abbiamo ricevuto alcuna risposta.

Oggi rinnoviamo a Lei, signor Ministro, la richiesta di Fratelli d’Italia e Le chiediamo di fare tutto quello che riterrà opportuno per far luce sul caso. Crediamo che sia doveroso un intervento del Ministero per capire cosa effettivamente sia successo e se nei confronti del signor Carlo siano stati commessi degli abusi.

Sono certa che Lei avrà maggiore sensibilità del suo predecessore a via Arenula e che, come abbiamo fatto noi, prenderà a cuore questa vicenda.

Cordiali saluti.

Giorgia Meloni