PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-19 Free - 21 puntata  (format Tv)

Nella legge provinciale di assestamento troviamo all’articolo 33 la risoluzione alla questione della discarica di Pilcante. Dalle parole la giunta Fugatti passa ai fatti per risolvere una situazione creata non certamente da scelte politiche portate avanti dal governo provinciale di centrodestra autonomista, ma bensì dalle forze politiche del centrosinistra che hanno deliberato in tutte le sedi le norme atte a concedere la possibilità legislativa di esercitare determinate attività d’impresa.

Nel luglio del 2003 il comprensorio aveva proposto il terzo aggiornamento del piano comprensoriale di smaltimento rifiuti speciali con previsione di 6.000.000 mc per la discarica di Pilcante a fronte di un’originaria discarica di inerti per un volume pari a 100.000 mc come previsto ad inizio attività negli anni novanta. Un problema creato da scelte politiche messe in atto dalla sinistra Trentina che sono passate totalmente inosservate fino all’insediamento della Giunta Fugatti che è prontamente intervenuta per tutelare la salute pubblica e l’ambiente mettendo fine a strumentalizzazioni politiche che non erano certo volte a salvaguardare il bene della nostra comunità.

La LEGA ed il governo provinciale di centrodestra autonomista in coerenza con le scelte politiche passate dimostra oggi concretamente di mettere al centro il benessere della propria comunità smentendo nei FATTI insinuazioni ed allusioni che volevano attribuire alla giunta Fugatti responsabilità di scelte politiche che è bene ricordare rimangono in capo alle amministrazioni della sinistra.

Questo quanto dichiarato in una nota dall’Onorevole Vanessa Cattoi