VIDEONEWS & sponsored

(in )

ON. BIANCOFIORE (FI) – REPLICA A HUBER (PD) * AMMINISTRATIVE: « SONO PRONTA A FARGLI LEGGERE I MESSAGGI DEI PAPÀ BOLZANINI CHE TEMONO DI FAR USCIRE I FIGLI LA SERA »

Il segretario del Pd altoatesino Huber è da ieri che si agita sui social insultandomi come nel consueto stile sinistro, evidentemente la lettera che ho scritto per il candidato sindaco del centro destra unito Roberto Zanin, l’ha punto sul vivo. Sembra la mossa della disperazione attaccare me e Zanin nella speranza che qualcuno gli creda o meglio, lo consideri.

Potrei cantargli la canzone “ la verità ti fa male lo so…”, ma la miglior risposta alla sua supposta class action contro di me sarà quella democratica che faranno i bolzanini nelle urne il 20 e 21 settembre, qualora non gli fosse già bastata la batosta del referendum sul tram. Io che a Bolzano ci vivo e la frequento -a differenza dei parlamentari eletti dal Pd locale- incontro solo cittadini, commercianti, imprenditori, operatori turistici che non vedono l’ora di avere un nuovo sindaco e una nuova maggioranza che usino il buon senso del comune cittadino per risolvere problemi evidenti e non la faziosità politica . E in fondo lo sperano anche i partner della Svp.

Nella lettera ho solo riportato le frasi dei bolzanini non le mie idee. Bolzano è passata dall’essere una città speciale ad una città con gli stessi problemi di tante altre città italiane che non godono però della nostra Autonomia. A ledere l’immagine, la qualità della vita e il decoro di Bolzano è purtroppo l’amministrazione della quale il partito di Huber è attore protagonista.

Quanto alla minaccia di Class Action, consiglio innanzitutto a Huber di ripassare la costituzione, qualora l’avesse mai letta rendendogli noto che è da stamane che mi arrivano messaggi veri, di avvocati pronti a difendermi gratuitamente. Non vedo l’ora di incrociarlo in quel Palazzo di Giustizia nella quale sono cresciuta da bambina, per me è una comfort zone.

A Huber sono pronta a far leggere i messaggi dei papà bolzanini che temono di far uscire i figli la sera o di quelle ragazze che hanno paura a scendere di notte sotto casa o attraversare le passeggiate del Talvera o dei bambini e degli sportivi ai quali tutte le notti vengono rubate le biciclette o dei tanti bolzanini che hanno subito furti negli ultimi anni e giorni.Forse si renderebbe conto che ha perso un’occasione per tacere.

 

*

Michaela BIANCOFIORE

Parlamentare FI