News immediate,
non mediate!

ON. BIANCOFIORE (FI) – ODG * PANDEMIA: « PARERE POSITIVO DAL GOVERNO, LA MIA AZIONE VOLTA A SALVAGUARDARE I 500 MLN DEI RISTORI ANTICIPATI »

Scritto da
18:45 - 19/05/2021

(Il testo seguente è tratto integralmente dalla nota inviata all’Agenzia Opinione) –L’ordine del giorno in merito ai crediti di 500 milioni di euro che le province autonome hanno con lo Stato e al quale è stato dato parere positivo dal governo.

La mia azione è volta a salvaguardare giustamente i 500 milioni dei ristori anticipati dalle province per permettere la sopravvivenza dell’economia locale a seguito della pandemia.

In fede,

On. Biancofiore

 

*

La Camera, premesso che

il decreto-legge n. 41 del 22 marzo 2021, in vigore dal giorno 23 marzo 2021, reca disposizioni urgenti per il sostegno alle imprese e all’economia, nonché in materia di lavoro, salute e sicurezza, enti territoriali e altri ambiti;

in particolare il capitolo degli enti territoriali, prevede un incremento delle risorse per l’anno 2021 al fine di assicurare a tali enti le risorse necessarie per l’espletamento delle funzioni fondamentali, in relazione alla perdita di entrate locali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19:

va ricordato come anche le Provincie autonome di Trento e Bolzano abbiano visto i rispettivi bilanci pesantemente colpiti dagli effetti prodotti dalla pandemia.

in questo contesto, la Provincia autonoma di Bolzano, per venire incontro alle difficoltà e alle esigenze della popolazione e delle imprese locale, aveva varato, in sede di variazione al bilancio (legge della Provincia autonoma di Bolzano n. 3 del 17/03/2021), un pacchetto di ristori da 500 milioni di euro. L’utilizzo di tali fondi, che pur spetterebbero alla Provincia per via dei debiti dello Stato, ha spinto il Consiglio dei Ministri ad impugnare la citata legge provinciale in quanto talune disposizioni paiono eccedere le competenze statutarie della Provincia autonoma ponendosi in contrasto con la normativa statale e il dettato Costituzionale;

il credito delle Province autonome nei confronti dello Stato ammonta ad oltre 500 milioni per l’Alto Adige e 570 milioni per il Trentino. La richiesta al Governo di onorare i propri debiti non è nuova e, annualmente, le due Provincie autonome la reiterano. Si tratta della restituzione alle provincie autonome delle riserve di cui all’articolo 1, comma 508, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

diverse sono le soluzioni allo studio, che tuttavia, prevedrebbero l’assegnazione di un importo pari a 100 milioni di euro per ciascuna Provincia per l’esercizio 2021. Tale somma appare, tuttavia, insufficiente a consentire il mantenimento degli equilibri dei rispettivi bilanci pesantemente colpiti dagli effetti prodotti dalla pandemia da Covid-19

Impegna il Governo

a valutare la possibilità di trovare una soluzione condivisa che possa concretizzarsi in una specifica norma da inserire già nel prossimo decreto “Sostegno-bis”, che consenta la restituzione alle Provincie autonome di Trento e di Bolzano delle riserve di cui all’articolo 1, comma 508, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, incrementando, ove possibile nel rispetto dei vincoli di bilancio, tali somme per l’anno 2021 e valutando la possibilità di non vincolarne la destinazione a spese di investimento.

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.