VIDEONEWS & sponsored

(in )

OLIVIERI – A22: AGIRE, SPETTACOLO INDECOROSO “GIGI” FACCIA UN PASSO INDIETRO

(Fonte: Agire per il Trentino) – Caso Oliveri-A22, Agire: “Spettacolo indecoroso, ‘Gigi’ faccia un passo indietro.” Se in “Aspettando Godot” si diceva che Non succede mai nulla, in Trentino invece succede sempre di tutto. Da non ultimo un nuovo possibile scandalo, sollevato in estate dal cons. prov. Claudio Cia che ha chiesto alla Giunta provinciale se l’ex onorevole Luigi Olivieri ha versato alla Provincia i compensi ricevuti come membro del Cda dell’A22 dal momento che usufruisce già del vitalizio parlamentare.

Ed ora con il suo turno alla Presidenza il caso si fa sempre più inquietante: è già moralmente discutibile che una struttura importante come l’A22 venga usata dal centro-sinistra come un teatrino della politica (con nomine basate solo sugli equilibri di maggioranza anziché sulle competenze), ma ancora più grave è il silenzio omertoso delle istituzioni locali che circonda questa vicenda, che ovviamente non potrà durare all’infinito: anche il più bravo degli struzzi ad un certo punto deve tirare fuori la testa per prendere un po’ d’aria.

Dall’ex onorevole (detto “Gigi”) ci saremmo aspettati che dicesse qualcosa quando nelle Giudicarie chiusero il punto nascita e le guardie mediche visto che è stato anche Assessore alla sanità nella nostra Comunità di Valle; come ci aspettavamo che non difendesse a spada tratta il Parco Adamello Brenta, altra struttura pubblica finita sotto i riflettori per i numerosi scandali.

Infine, attendevamo anche una sua risposta sul caso A22 invece del gioco del silenzio che condivide assieme al governatore Ugo Rossi.

Giunti a questo punto forse sarebbe il caso che Gigi facesse un passo indietro e tornasse a dedicarsi alla politica: non ci sarà da preoccuparsi, perché se il Pd candiderà e magari farà vincere alle prossime elezioni politiche la cons. prov. Lucia Maestri, Gigi, da primo dei non eletti del Pd, troverà un altro posto da occupare.

 

 

*

Agire per il Trentino Coordinamento delle Valli Giudicarie