Il consigliere provinciale Alessandro Olivi ha depositato un’interrogazione per richiamare l’attenzione della Giunta e degli Uffici provinciali ad una gestione più rapida e più efficace del cantiere che da mesi interessa la strada “Calliano-Folgaria”.

L’opera, nonostante sia stata progettata e condivisa circa dieci anni fa, e nonostante abbia alle proprie spalle una lunga e accurata gestazione burocratica, sembra ora non procedere con la necessaria celerità.

“Purtroppo le ultime opere pubbliche significative che hanno interessato l’altopiano di Folgaria- commenta il vicepresidente Olivi – risalgono pressoché a 10 anni fa.

Quanto alla rettifica della viabilità di accesso con la valle dell’Adige i lavori procedono con una lentezza e secondo un programma che appare tutt’altro che consono alla priorità della stessa”.

Per queste ragioni, il consigliere del Partito Democratico ha interrogato la Giunta provinciale per sapere quali accordi e quali intese siano intercorsi e siano in essere con l’Amministrazione comunale, per arrivare ad una gestione efficace, sostenibile e rapida dei lavori in corso; e per verificare se la Giunta stessa sia a conoscenza della lentezza e dell’intermittenza con la quale prosegue l’opera.

“Mi auguro che la Giunta, d’intesa con l’Amministrazione, chiarisca cosa intende fare per imprimere un’accelerazione ai lavori, e che garantisca la conclusione degli stessi in tempo utile per l’avvio della stagione turistica estiva”, ha concluso Olivi.