La Giunta provinciale di Trento ha dato indicazione all’Agenzia provinciale per la Rappresentanza Negoziale trentina (Apran), nel novero del rinnovo contrattuale del comparto sanità 2016/2018, di attivare un percorso contrattuale di riconoscimento giuridico-economico rivolto esclusivamente al personale tecnico amministrativo dell’azienda sanitaria per omogeneizzarlo/armonizzarlo di fatto a quello “provinciale” (con relativi vantaggi economici!), con lo stanziamento iniziale di 1 milione di euro a carico del contratto del comparto sanità per dare avvio al percorso, la conclusione dello stesso comporterebbe poi l’impegno a reperire altri 4 milioni di euro in tempi successivi.

Nursing up Trento ha invece sempre richiesto, che un serio processo di omogeneizzazione/armonizzazione sia attivato contrattualmente e contestualmente non solo per gli amministrativi, ma anche per tutti i 3800 professionisti dei 22 profili sanitari del comparto sanità, con il coinvolgimento anche del personale infermieristico e sanitario degli enti locali(infermieri, tecnici laboratorio e radiologia, fisioterapisti, ass.sanitarie, ostetriche, terp, ecc..).

I nostri professionisti sanitari devono avere pari dignità e diritti rispetto agli altri dipendenti pubblici e devono avere lo stesso inquadramento giuridico/economico dei dipendenti provinciali con pari formazione.I nostri professionisti sanitari devono essere valorizzati perché lo meritano, per la loro professionalità derivante da una formazione universitaria, per il loro impegno e per la situazione di disagio quotidiano che stanno vivendo, vista la cronica carenza di personale!!Ci rivolgiamo per questo anche al cittadino/utente, sappiate che nonostante la carenza di personale ampiamente documentata a mezzo stampa negli ultimi giorni, stiamo comunque garantendo adeguati standard assistenziali saltando ferie, riposi, facendo straordinari e spesso rinunciando al nostro aggiornamento professionale, per noi indispensabile per mantenere le competenze necessarie, in continua evoluzione.

E’ veramente iniquo e paradossale che alcune organizzazioni sindacali del comparto sanità di Trento, che si fregiano di rappresentare tutti i lavoratori, sostengano invece al tavolo contrattuale la proposta della Giunta provinciale per l’omogeneizzazione/armonizzazione esclusivamente per il personale tecnico-amministrativo dell’Apss trentina con i provinciali, escludendo di fatto i sanitari. A tal proposito una di queste sigle sindacali sta anche facendo una raccolta firme a favore esclusivamente del personale tecnico-amministrativo. Se ai sanitari iscritti a quei sindacati la cosa è evidentemente gradita, per noi non lo è di certo, noi che difendiamo veramente i diritti e gli interessi dei nostri professionisti !!

Abbiamo pertanto deciso di lanciare un petizione online sul sito ww.change.org, a sostegno delle nostre proposte ed istanze.Da questa giunta provinciale, ci aspettavamo un concreto e reale interessamento alle nostre problematiche, apprendiamo invece con rammarico che la Giunta provinciale, nell’assestamento di bilancio appena approvato e nonostante le nostre reiterate richieste volte ad individuare adeguate risorse economiche euro per i prossimi rinnovi contrattuali, non ha stanziato nemmeno un euro per una specifica e mirata valorizzazione dei professionisti sanitari .

 

*
Cesare Hoffer
Coordinatore Sindacato Nursing up Trento

 

*

Petizione sul sito www.change.org

SANITA’ TRENTO: NURSING UP CHIEDE OMOGENEIZZAZIONE DEI PROF. SANITARI CON I PROVINCIALI

 

La Giunta provinciale di Trento ha dato indicazione all’Agenzia  provinciale per  la  Rappresentanza   Negoziale trentina (Apran), nel novero del rinnovo contrattuale del comparto sanità 2016/2018, di attivare un percorso contrattuale di riconoscimento giuridico-economico rivolto esclusivamente al personale tecnico amministrativo dell’azienda sanitaria per omogeneizzarlo/armonizzarlo di fatto a quello “provinciale” (con relativi vantaggi economici!), con lo stanziamento iniziale di 1 milione di euro a carico del contratto del comparto sanità per dare avvio al percorso, che per la sua conclusione comporterebbe poi l’impegno a reperire altri 4 milioni di euro in tempi successivi.

Noi chiediamo invece, come Nursing up Trento, che tale processo di omogeneizzazione/armonizzazione sia attivato contrattualmente e contestualmente anche per tutti i 3800 professionisti dei 22 profili sanitari del comparto sanità ed enti locali(infermieri, tecnici laboratorio e radiologia, fisioterapisti, ass.sanitarie, ostetriche, terp,ecc..), i nostri professionisti sanitari devono avere pari dignità e diritti rispetto agli altri dipendenti, i nostri professionisti sanitari devono essere valorizzati perché lo meritano, per la loro professionalità, il loro impegno e la situazione di disagio quotidiano che stanno vivendo, vista la cronica carenza di personale!!

SE VUOI SOSTENERE QUESTA INIZIATIVA, FIRMA LA PETIZIONE!!!