News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

NURSING UP TRENTO * SANITÀ: HOFFER, « IL SINDACATO SI È MOBILITATO PER TUTELARE GLI INTERESSI DEI 3.700 PROFESSIONISTI, ORA ATTIVARE UN TAVOLO DI CONFRONTO PRESSO L’ASSESSORATO ALLA SALUTE »

Scritto da
15.18 - venerdì 22 novembre 2019

Il sindacato Nursing up di Trento si è mobilitato oggi per tutelare gli interessi dei 3.700 professionisti infermieri e sanitari del comparto sanità e dei 500 delle Apsp che operano nel comparto. Le motivazioni che ci hanno spinto a manifestare sono molteplici, in primis vogliamo concludere il contratto sanità CCPL 2016/2018, con l’ottenimento di una reale valorizzazione dei professionisti sanitari del comparto (armonizzazione con i provinciali, percorsi di carriera), che eleverebbe la qualità delle cure nei confronti dei pazienti, nella trattativa abbiamo presentato piattaforme contrattuali unitarie con il sindacato Uil Fpl sanità, con il quale continuiamo a condividere unità di vedute, la ripresa della trattativa è fissata per il giorno 6/12/2019.

Per quanto riguarda il nuovo contratto 2019/2021, chiediamo l’individuazione di adeguate risorse economiche con la previsione di un Ipca pari al 4,8%, in analogia a quanto riconosciuto ai dipendenti pubblici di Bolzano.

Riteniamo improcrastinabile l’assunzione di un’ adeguato numero di personale infermieristico, di professionisti sanitari ed Oss, per garantire adeguati standard assistenziali e garantire un adeguato recupero psicofisico ai dipendenti, i nostri professionisti hanno sempre garantito elevati standard assistenziali seppur in carenza di organico, ora stanchi e stressati

Se vogliamo potenziare l’attività a livello territoriale è indispensabile potenziare il parco macchine aziendale, molti nostri professionisti infermieri e sanitari sono ancora costretti ad utilizzare il proprio mezzo personale per garantite le attività assistenziali territoriali, cosa che non mi pare succeda in altri comparti del pubblico impiego, dove il dipendente ha sempre a disposizione il mezzo aziendale nell’espletamento delle proprie attività.

E’ per noi prioritario l’attivazione di uno specifico tavolo di confronto presso l’ assessorato alla salute e alle politiche sociali sulle problematiche dei professionisti sanitari trentini e sul loro sviluppo professionale, cosa tra l’altro richiesta anche dall’ordine professionale degli infermieri.

Per il momento e per quanto ci riguarda il confronto costruttivo con le attuali istituzioni è totalmente assente, nonostante le nostre continue richieste, se perdurerà questo stato di cose adotteremo azioni di protesta ben più gravi, i nostri professionisti meritano rispetto, il dovuto riconoscimento e hanno il diritto di essere ascoltati.

 

*

Cesare Hoffer
Coordinatore Nursing up Trento

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.