News immediate,
non mediate!

NURSING UP TRENTO * NEMO: HOFFER, « SANITÀ TRENTINA VICINA AL COLLASSO, ERA PROPRIO URGENTE ED INDIFFERIBILE L’ATTIVAZIONE DI QUESTO NUOVO REPARTO? »

Scritto da
10:34 - 7/03/2021

A Villa Rosa è stato attivato NEMO, centro d’avanguardia nella cura delle malattie neuromuscolari, impegnando ex-novo ulteriori risorse infermieristiche, già carenti in tanti altri settori, quelli peraltro più strenuamente impegnati nell’emergenza covid.

Era proprio urgente ed indifferibile l’attivazione di questo nuovo reparto? Non si poteva aspettare qualche mese? Questa decisione ha comportato la sottrazione di infermieri che invece sarebbero serviti come il pane nelle pneumologie, rianimazioni, medicine e nei reparti e servizi dell’azienda sanitaria impegnati nell’emerganza covid. Evidentemente non si è ritenuto invece prioritario garantire condizioni lavorative vivibili ai nostri professionisti, ormai sfiniti da condizioni di lavoro inumane e in certi reparti non più sopportabili, vista anche la cronica mancanza di un’adeguato recupero psicofisico: ferie e riposi in alcuni settori sono ormai una chimera.

E’ ormai passato un anno dall’inizio della pandemia, ma nulla è cambiato in meglio, ci sembra di essere tornati al punto di partenza.
Siamo alla terza ondata Covid, le assunzioni effettuate in questi mesi, peraltro a rilento, sono totalmente insufficienti a soddisfare il fabbisogno, anche perché la prossima apertura della nuova terapia intensiva, la neurochirurgica del S.Chiara, assorbirà ulteriore personale infermierisitico ed Oss.

Ora ci aspettiamo una celere assunzione di nuovo personale infermieristico, vista anche la presenza di neolaureati appena usciti dal polo universitario di Trento, ci sono inoltre graduatorie concorsuali e selettive attive dalle quali attingere immediatamente. Non intervenire con provvedimenti urgenti significa mettere ulteriormente a rischio la salute dei nostri colleghi, la qualità e sicurezza delle cure, la tenuta del sistema.

Chiediamo con forza alle istituzioni di non lasciarci soli a portare sulle nostre spalle il peso della pandemia, vogliamo essere ascoltati e coinvolti nelle decisioni, perché se crolliamo noi, crolla l’intero sistema sanitario provinciale. All’Azienda Sanitaria, a Fugatti e Segnana abbiamo scritto numerose lettere, ora ci aspettiamo un deciso intervento, altrimenti non ci resterà che andare alla MOBILITAZIONE DEL COMPARTO SANITA’!

 

*

Cesare Hoffer
Coordinatore Nursing up Trento

 

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.