MINISTERO DIFESA - AERONAUTICA MILITARE ITALIANA

Frecce Tricolori - sorvolo su città di Trento 25/5/2020

Oggi riunione sindacale all’Ospedale di Rovereto: auspichiamo l’inizio di un percorso di dialogo costruttivo con le direzioni competenti

In data odierna si è svolta all’Ospedale S.M. del Carmine la riunione tra i sindacati e la dirigenza dell’Azienda sanitaria trentina e della struttura, Nursing up l’aveva chiesta ed auspicata a gran voce, vista la carente modalità comunicativa adottata dalla Direzione ospedaliera nei confronti delle organizzazioni sindacali, a fronte dei numerosi problemi da noi evidenziati.
Negli ultimi mesi avevamo segnalato con ripetute note la grave situazione di stress lavoro-correlato dei professionisti sanitari, dovuta ai carichi di lavoro sempre piu’ elevati, alla precarietà nell’usufruizione di ferie e riposi, ai continui spostamenti da un reparto all’altro, poco funzionali a garantire la qualità del servizio e la sicurezza delle cure.
Se cio’ non bastasse, da alcuni reparti ci erano arrivate segnalazioni relative alla carenza di personale di supporto come l’Oss, con conseguente attribuzione all’infermiere di attività demansionanti.
Nel corso della riunione, abbiamo discusso le problematiche dei vari reparti, in parte legate a problemi organizzativi, particolarmente aggravati dalla carenza di personale nel periodo estivo, proponendo nel contempo quanto segue:

1) la convocazione di riunioni periodiche tra i sindacati e le direzioni di ospedale, la mancata informazione ha generato tensioni ed incomprensioni, ingigantendo le problematiche presenti

2) Il rispetto dei criteri minimi di dotazione infermieristica ed oss previsti dalla delibera n.1117 del 7/7/2017, la sicurezza delle cure ed il lavoro in sicurezza del professionisti devono essere requisiti imprescindibili e sempre garantiti dall’amministrazione

3) la convocazione di una riunione con i sindacati per la verifica delle dotazioni organiche esistenti in primavera ed in prossimità dell’approvazione dei piani ferie da parte della direzione ospedaliera

4) l’usufruizione di almeno due settimane di ferie nell’anno di maturazione, a richiesta del dipendente, così come previsto dal D.lgs 213/2004 come requisito minimo

I dirigenti dell’azienda sanitaria trentina si sono impegnati a convocare un’ulteriore riunione entro metà novembre, nel frattempo Nursing up vigilerà sul fatto che il personale infermierisitico ed oss assegnato ex-novo in questi giorni ai reparti e servizi sia commisurato alle reali necessità dell’ospedale ed a garanzia dei diritti costituzionalmente previsti come le ferie ai dipendenti.

 

*

Cesare Hoffer
Coordinatore provinciale Nursing up Trento