News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

NURSING UP TRENTO * COVID-19: « NELLE CONFERENZE STAMPA PAT SI PARLA DEI RESPIRATORI DISPONIBILI, MA NESSUNO CI DICE IL NUMERO REALE DEGLI INFERMIERI CONTAGIATI »

Scritto da
11.55 - giovedì 09 aprile 2020

Dietro ogni posto letto e respiratore opera un professionista responsabile e competente. Come ogni giorno, si ripete il solito rituale pomeridiano delle 17.30, in Provincia di Trento si comunicano i numeri dei contagiati e deceduti, i dati statistici e le percentuali di posti letto occupati, si parla dei respiratori disponibili, ma nessuno ha poi il coraggio di dirci il numero reale degli infermieri e dei professionisti sanitari che sono stati contagiati in trentino e quanti tamponi verranno fatti ai nostri colleghi strenuamente impegnati in prima linea.

Noi invece preferiamo ricordare che dietro ad ogni respiratore e ad ogni posto letto c’è prima di tutto un infermiere con le sue grandi competenze, la sua professionalità e responsabilità, le sue emozioni, le sue paure, le sue aspettative.

Abbiamo un paziente che spesso muore da solo e gli ultimi occhi che vede sono quelli dell’infermiere, che cerca di accompagnarlo per quanto possibile nel suo ultimo percorso di vita, con umanità e mettendo al centro la persona. In un tempo dove sembra sia più significativo evidenziare l’importanza di un respiratore, l’infermiere nel suo agire esprime invece la sua essenza, dove la relazione che instaura con il paziente diventa la vera cura.

Di questo noi vorremmo prioritariamente si parlasse , per questo oltre al riconoscimento sociale per quello che facciamo, ormai all’evidenza dell’opinione pubblica, le istituzioni provinciali dovranno celermente prevedere un adeguato riconoscimento economico, che non dovrà certo essere “una tantum”, ma strutturato nel tempo.
E’ una questione di giustizia, dignità, equità ed è per ottenere questo che il mio sindacato lotterà con tutte le forze. Noi siamo la spina dorsale che a livello ospedaliero e territoriale sta reggendo il peso di questa emergenza, con organici ridotti all’osso, siamo in primis garanzia e baluardo di salute per il cittadino.

Ora è il tempo dell’infermiere, una figura che ha messo al primo posto il cittadino e nella sua autenticità ha interpretato e rappresentato al meglio i valori positivi della nostra società, quelli che i nostri genitori e nonni ci hanno in questi anni trasmesso.

Queste generazioni ora sono state messe a dura prova dalla pandemia, a loro va il nostro ringraziamento per quello che hanno fatto e ci hanno regalato, per quelli che non ci sono più , e sono tanti in questi giorni quelli che ci hanno lasciato, va il nostro affettuoso ricordo e un grande abbraccio, quello che in molti non hanno potuto ricevere dai loro parenti negli ultimi istanti vi vita.

 

*

Cesare Hoffer

Coordinatore Nursing up Trento

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.