MINISTERO DIFESA - AERONAUTICA MILITARE ITALIANA

Frecce Tricolori - sorvolo su città di Trento 25/5/2020

Assestamento bilancio e manifestazione 10 maggio 2019.Nursing Up scende in campo: ora fatti concreti, altrimenti sarà mobilitazione generale della sanità Trentina.

In questi giorni abbiamo risollecitato il Presidente della Giunta dott. Fugatti e l’Assessora alla salute e politiche sociali Stefania Segnana, affinchè prevedano adeguate risorse economiche nell’assestamento di bilancio prossimamente in discussione, finalizzate ad un piano straordinario di assunzione e a rifinanziare il nuovo contratto di lavoro (CCPL 2019/2021), nell’attesa di concludere positivamente quello vecchio, visto che il 17 maggio siamo stati convocati in Apran per la ripresa delle trattative.

Se vogliamo che il contratto sia uno strumento che dia una risposta al professionista sanitario ma nel contempo incida anche sulla qualità delle prestazioni erogate dobbiamo fare un investimento sui professionisti sanitari del comparto:

1) rendendo attrattivo il trentino tramite dei buoni contratti di lavoro, per attirare Infermieri da fuori regione e poi trattenerli ( molti nostri laureati si rivolgono alla Germania e all’Inghilterra)

2) incentivando i percorsi di carriera e le indennità dei nostri professionisti 3) assumendo un adeguato numero di infermieri e professionisti sanitari
Da numerosi reparti ci arrivano segnalazioni relative alla carenza di personale infermieristico, la situazione poi dei pronti soccorsi degli ospedali provinciali è sempre più grave, vista l’inadeguata dotazione infermieristica strutturale, peraltro già da noi ripetutamente segnalata alle direzioni aziendali competenti senza risposta alcuna.
E’ inoltre in aumento il disagio del personale delle cure domiciliari per carichi di lavoro sempre più elevati, a fronte di un’assistenza più complessa con pazienti sempre più anziani ed affetti da pluripatologie.

Queste problematicità si acuiranno in estate, a causa anche dell’elevato afflusso turistico concomitante tra l’altro con dei maggiori tassi di assenza del personale dovuti alle ferie ed ai congedi parentali del personale, particolarmente elevati in quel periodo.

Abbiamo chiesto che le problematiche della sanità e dei professionisti sanitari siano poste al centro dei progetti di questa Giunta provinciale, la salute del cittadino è un bene comune prezioso che deve essere salvaguardato, così come devono essere salvaguardati la sicurezza delle cure ed il benessere psicofisico dei nostri professioinisti.

Il giorno 10 maggio alle 14.30 una delegazione del Nursing up di Trento e Bolzano manifesterà sotto il palazzo della regione in p.za Dante, potando all’evidenza pubblica la problematica del DEMANSIONAMENTO dei nostri professionisti, sempre più oberati di attività improprie e la necessità ormai indifferibile di avere un CONTRATTO SEPARATO per professionisti sanitari, a sostegno di questa iniziativa abbiamo raccolto oltre 1000 firme a Trento e 1600 a Bolzano.

 

 

*
Cesare Hoffer
Coordinatore provinciale Nursing up Trento