RIUNIONE CON IL DIRETTORE GENERALE APSS TRENTINO 27/2/2020 SULLE PROBLEMATICHE DEL CORONAVIRUS: NURSING UP CHIEDE TUTELE PER I PROFESSIONISTI SANITARI ED I CITTADINI

Nel corso dell’odierna riunione abbiamo richiesto al Direttore generale, dott. Paolo Bordon quanto segue:
1 – la presenza di idonei presidi di barriera a tutela dei professionisti e dei cittadini, in quantità adeguata
2 – la previsione di un piano straordinario organizzativo in caso di emergenza epidemiologica
3 – l’assunzione straordinaria di personale
4- la riduzione precauzionale in Apss di alcune attività non urgenti e pertanto differibili
5 – la previsione di un fondo provinciale per implementare le assunzioni e le prestazioni aggiuntive dei professionisti sanitari in regime libero professionale (POA), da utilizzare in caso di improvvisa carenza di personale
6- il potenziamento delle dotazioni organiche dei servizi che potrebbero essere maggiormente coinvolti, in particolare quelli di front-line, i più esposti
7-Chiediamo inoltre all’Apss di andare incontro prioritariamente alle necessità dei professionisti che hanno dei figli minori, il protrarsi della chiusura di scuole ed asili puo’ creare gravi problematiche di tipo gestionale alle famiglie, che potrebbero essere ulteriormente acuite a fronte di una eventuale messa in quarantena del dipendente, cosi’ come successo nelle realtà lombarde.

8- accelerare al massimo i tempi di espletamento delle procedure concorsuali e selettive per assumere prioritariamente ed al più presto professionisti sanitari ed oss
Siamo vicini ai nostri professionisti in questo momento particolarmente impegnativo, Il nostro impegno collaborativo con le istituzioni sarà comunque sempre massimo in questo delicato momento, ci attendiamo però dalle stesse idonee e concrete risposte, i nostri professionisti non devono essere lasciati soli e devono essere messi nelle condizioni di operare al meglio.

 

*

Cesare Hoffer

Coordinatore Nursing up Trento