VIDEONEWS & sponsored

(in )

MUSE TRENTO* SIRACUSA UNA METROPOLI NEL MEDITERRANEO, MERCOLEDÌ 8 NOVEMBRE

Appuntamento: mercoledì 8 novembre, ore 17.30.“Siracusa, una metropoli nel Mediterraneo” con Maurizio Giangiulio – Professore di Storia Greca, Trento. Muse-Museo delle Scienze.

Nuovo appuntamento del ciclo di incontri dedicati alla figura di Archimede, il geniale inventore dell’età classica cui il MUSE Museo delle Scienze dedica una mostra interattiva dal titolo “Archimede. L’invenzione che diverte” (fino al 9 gennaio 2018). Mercoledì 8 novembre alle 17.30 si terrà la conferenza “Siracusa, una metropoli nel Mediterraneo” con Maurizio Giangiulio, Professore di Storia greca presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento. Moderano gli incontri Marco Andreatta e Claudio Fontanari, MUSE Museo delle Scienze e UNITN Dipartimento di matematica.

L’incontro offrirà una panoramica della storia di Siracusa dalla sua fondazione, da parte di Greci di Corinto nel 734/33 a. C., fino al Sei/Settecento. In questo periodo la città fu una delle grandi metropoli del Mediterraneo, al livello di Atene e Alessandria d’Egitto, e successivamente un centro di spicco, ancora al centro di reti di relazioni tra l’Occidente e l’Oriente.

Su questo sfondo, verrà tratteggiata la grande fioritura culturale di Siracusa tra V e III secolo, che rappresenta il contesto in cui maturarono le ricerche e le conquiste intellettuali di Archimede. La grande scienza, infatti, presuppone spesso una grande civiltà.

Maurizio Giangiulio ha studiato alla Scuola Normale di Pisa, a Ginevra, a Oxford e insegnato a Urbino, Viterbo e Trento.
Dal 2001 è Professore Ordinario di Storia greca presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento.

Storico del mondo greco arcaico e classico nella sua dimensione mediterranea e nei suoi rapporti con le altre civiltà e società, ha studiato in particolare i Greci di Occidente (la storia della Sicilia e della Magna Grecia, i rapporti Greci/non-Greci, aspetti della religione, la tradizione pitagorica), la mobilità mediterranea; la memoria sociale e le tradizioni orali, soprattutto in riferimento a Erodoto. Ha inoltre indagato la natura della polis e della democrazia ad Atene e fuori.

Si occupa infine dell’influenza delle scienze sociali sulle categorie di analisi utilizzate in storia antica, con particolare riferimento alle nozioni di tradizione, mito, memoria, identità, etnicità, statualità.