VIDEONEWS & sponsored

(in )

MUSE TRENTO: OGGI E DOMANI “DUE GIORNI PER LA SCUOLA” 180 PROPOSTE FORMATIVE

(Fonte: Ufficio stampa Muse) – Sul noto aforisma “Educare non è riempire un vaso, ma accendere un fuoco”, il Muse Museo delle Scienze modula ogni anno la sua programmazione didattica, oltre 180 differenti proposte formulate per i diversi target scolastici, dai bimbi del nido agli studenti delle scuole superiori, con l’obiettivo di incuriosire alla scienza, sensibilizzare alla natura e fornire gli strumenti utili all’apprendimento.

La progettazione delle attività educative del Muse si rivolge a tutte le scuole, sia trentine che provenienti dalle altre regioni, con uno studiato programma di laboratori, visite guidate, spettacoli di teatro scienza, escursioni e conferenze in grado di incrociare i programmi ministeriali e affiancare gli insegnanti nel loro lavoro quotidiano di educatori e formatori.

Un plus formativo, un valore aggiunto che si basa sull’esperienza diretta degli studenti, chiamati a vivere la scienza, con le mani, la testa e anche il cuore.

Anche quest’anno, il 18 e 19 settembre, il Muse presenta agli insegnanti la propria offerta educativa nel corso dei Due giorni per la scuola.

Quest’anno, l’appuntamento si rinnova con un formato tutto speciale: non più conferenze e presentazioni frontali, infatti, ma veri e propri laboratori per la sperimentazione in prima persona.

I docenti, su prenotazione, potranno partecipare a una dimostrazione delle attività dell’anno scolastico 2017/18 e vivere in prima persona laboratori, visite guidate e percorsi nelle sale: una preziosa occasione per mettersi in gioco e confrontarsi con gli operatori del museo.

Saranno inoltre presenti corner tematici per presentare la panoramica completa delle proposte didattiche del Muse, delle sedi territoriali e dei partner impegnati nella divulgazione scientifica.

Una particolare attenzione sarà infine riservata al settore infanzia, per il quale si sono studiate proposte e percorsi dedicate ai piccolissimi, per contribuire alla crescita e al benessere dei bambini, sperimentando attraverso i sensi, aprendosi a esperienze di stupore, scoperta e conoscenza.

Le proposte del Muse si ispirano tutte ai principi dell’educazione informale, in cui il Muse vede la chiave per consolidare e integrare l’apprendimento.

“Le attività del museo sono studiate per andare incontro alle esigenze della scuola, in linea o a completamento dei piani di studio ministeriali – spiega il direttore Michele Lanzinger – agli insegnanti che scelgono il Muse per le proprie classi vorremmo regalare degli spunti, dei motivi di approfondimento a completamento del loro lavoro; alle bambine e ai bambini, alle ragazze e ai ragazzi la scintilla che accende la curiosità, la capacità di immaginare e stimola la voglia di scoprire”.

Nel corso dei due giorni, i docenti potranno provare le visite guidate alla mostra Archimede e agli Orti del Muse, potranno partecipare ai numerosi e nuovi laboratori legati alle 4 aree tematiche dell’Ecologia e Biodiversità, Paesaggio, Bioscienze e Sostenibilità

A tutti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione valido ai fini dell’aggiornamento.