TAR - TRENTO: FOCUS SENTENZA CHIUSURE DOMENICALI PAT
Intervista al dottor Fulvio Rocco
Presidente Tribunale amministrativo regionale Trento

Rosso, blu e nero: un talk scientifico dedicato alle tante sfumature dell’acqua, dai ghiacciai neri alle maree rosse, per capire in che modo i cambiamenti climatici incidono sugli ambienti montani.

Un incontro per analizzare più da vicino gli effetti che i cambiamenti climatici e le azioni dell’uomo hanno sugli ambienti montani. Lunedì 17 agosto alle 20.30, all’interno del cartellone estivo SUMMERTIME, è in programma “I colori dell’acqua”, un talk scientifico che vedrà dialogare nel giardino del MUSE alcuni ricercatori ed esperti del museo su scenari attuali e prospettive future del mondo alpino. Il tema è di grande attualità: le masse di ghiaccio, le riserve d’acqua dolce e la biodiversità in alta quota sono termometri del riscaldamento medio globale, testimoni dell’impronta sempre più massiccia dell’uomo sull’ambiente.

Nell’intervento “Acque rosse come il sangue” Marco Cantonati, ecologo delle acque interne ed esperto di alghe del MUSE, illustrerà la storia naturale degli arrossamenti provocati dalle alghe in diversi ambienti acquatici: maree rosse, pozzanghere, pozze d’alpeggio, per toccare con mano anche la storia del lago di Tovel.

Con Christian Casarotto, glaciologo del museo, si parlerà dell’esplorazione speleo-glaciale condotta in inverno con il Gruppo Speleologico di Lavis nel corpo del più grande ghiacciaio d’Italia, l’Adamello. Con calate, fino a 70 metri di profondità, fra pozzi e grotte all’interno del ghiacciaio, sono state osservate le manifestazioni del movimento del ghiacciaio come il restringimento delle cavità e le variazioni del livello dell’acqua, che dimostrano come i ghiacciai siano vivi, anche con le rigide temperature dell’inverno. Infine, Mauro Gobbi, ecologo e entomologo del MUSE, affronterà il tema dei ghiacciai neri, speranza di sopravvivenza per la biodiversità glaciale. “Attraverso le ricerche che il MUSE svolge sull’arco Alpino Italiano, con riferimenti anche al Trentino (Gruppo del Brenta e Adamello-Presanella), parlerò di ghiacciai neri. Nello specifico illustrerò cosa sono, perché sono sempre più numerosi, e qual è il loro ruolo nel preservare la biodiversità degli ambienti glaciali dagli effetti del riscaldamento globale”, anticipa Gobbi.

Modera l’incontro la giornalista Silvia Gadotti. L’evento è gratuito con prenotazione obbligatoria su Eventbrite.