VIDEONEWS & sponsored

(in )

MUSE – TRENTO * FESTA DONNA: « “ SIAMO FORTI! ", RACCONTI DALL'8 MARZO DI UN ANNO FA SUL PROFILO INSTAGRAM E SUL CANALE YOUTUBE DEL MUSE – ON AIR SU RADIO DOLOMITI » (VIDEO)

 

Per la Giornata Internazionale della Donna, il MUSE – Museo delle Scienze in collaborazione con AbC Irifor e Radio Dolomiti lancia il progetto “Siamo forti! Racconti di donne dall’8 marzo di un anno fa”, una serie di video-interviste alle protagoniste del periodo di forte cambiamento che stiamo vivendo.

Una mamma, una bibliotecaria, un’insegnante, una studentessa, un’operatrice socio-sanitaria, un’attrice, una neodottoressa, un’imprenditrice, un’attrice, una giornalista scientifica, una ricercatrice in prima linea nel contrasto al coronavirus e una prozia che ha dovuto cimentarsi con Internet per comunicare con i nipoti. Sono alcune delle voci raccolte dal MUSE – Museo delle Scienze per “Siamo forti! Racconti di donne dall’8 marzo di un anno fa”, progetto ideato per la Giornata Internazionale della Donna e sviluppato in collaborazione con AbC Irifor e Radio Dolomiti.
Ogni giorno (dal lunedì al venerdì), dall’8 al 25 marzo 2021, sui canali Instagram e YouTube del MUSE e on air su Radio Dolomiti sarà data voce, oltre a chi è in prima linea nella lotta alla pandemia, anche a quelle donne che stanno dimostrando su svariati fronti, a volte contemporaneamente, tanta forza e resilienza. Quindici video-testimonianze, tradotte anche nella Lingua dei Segni Italiana (LIS), che intendono valorizzare il lato positivo che le donne hanno saputo estrarre da questo difficile periodo.

«Lo scopo – spiegano Samuela Caliari e Lucia Martinelli, coordinatrici del progetto “Siamo forti! Racconti di donne dall’8 marzo di un anno fa” – è celebrare la Giornata Internazionale della Donna raccontando, ad un anno dall’emergenza e convivenza con la pandemia Covid-19 in Italia, il contributo delle donne a questa “nuova normalità”. Un impegno dato nella ricerca, nella sanità, nella gestione quotidiana della famiglia, negli affetti e nel lavoro nei vari settori. Perché al MUSE? Perché il MUSE mette da sempre al centro le persone, ed oggi – ma non solo oggi – la donna. Dare spazio e voce ad alcune figure di donne rappresentative e a storie di straordinaria quotidianità vissuta in quest’ultimo anno di convivenza con la pandemia, dimostra quanto la cultura si stia concentrando sempre di più sull’essere per qualcuno e non su qualcosa. Oggi il mondo sta vivendo una crisi su più fronti e le istituzioni culturali che si dichiarano contemporanee e all’avanguardia non possono non tenerne conto nella programmazione delle attività: i musei sono espressione anche del tempo contemporaneo e per questo possono, o meglio devono, essere un’agorà di dialogo e confronto per contribuire alla costruzione di un futuro migliore. Queste le premesse che hanno stimolato l’ideazione del progetto “Siamo forti!”».

È quindi in questo contesto che il MUSE, nel suo ruolo sociale e culturale, funge da punto di ascolto e di diffusione di una serie di esperienze raccontate dalla viva voce di alcune protagoniste, soprattutto trentine, ma non solo. Tra loro, Barbara Saia, una mamma, che darà il via alle video-interviste (sotto il link), Francesca Vender, operatrice socio sanitaria, Maira Forti, bibliotecaria, Annalisa Morsella, attrice e formatrice, Paola Veronese, coordinatrice di nidi d’infanzia, Antonia Caola, giornalista, Giorgia Lo Re, studentessa del liceo classico, Maria Lia Giordani, titolare di un centro estetica e acconciature, Irene Bona, prozia, Anna Goio, insegnante di scuola superiore, Sveva Avveduto, direttrice della ricerca del CNR e presidente dell’associazione “Donne e Scienza”, Veronica De Sanctis, Next-Generation Sequencing Facility Manager del CIBIO dell’Università di Trento, Barbara Gallavotti, giornalista e divulgatrice scientifica, e Clara Lühwink, medico.

“Storie di straordinaria quotidianità” che per tre settimane, dall’8 al 25 marzo 2021, dal lunedì al venerdì, saranno pubblicate attraverso delle brevi video-clip sui canali Instagram e YouTube del MUSE. Anche Radio Dolomiti, partner del progetto, ha sposato l’idea: ogni pomeriggio verso le 14.30 trasmetterà le audio-testimonianze raccolte all’interno della trasmissione “Dolomiti Revival”, a cura di Fabio Peterlongo, in onda dal lunedì al venerdì nella fascia oraria 13-15.