VIDEONEWS & sponsored

(in )

MUSE TRENTO * “ARCHIMEDE L’ARTE DI INVENTARE”: CON LORENZO BRACCESI PROFESSORE DI STORIA GRECA DI PADOVA IL 29 NOVEMBRE

Archimede, l’arte di inventare: “L’assassinio di Archimede”. Mercoledì 29 novembre alle 17.30 con Lorenzo Braccesi, Professore di Storia Greca di Padova.

Ultimo appuntamento per il ciclo di conferenze “Archimede, l’arte di inventare” la serie di appuntamenti sulla figura di Archimede, inventore dell’età classica cui il Muse Museo delle Scienze dedica una mostra interattiva. Mercoledì 29 novembre alle 17.30 la conferenza approfondirà la storia della fine dello scienziato, a sua volta ammantata di mistero e oggetto di ricostruzioni fantasiose, tanto quanto la sua vita.

A parlarne sarà il Professore di Storia Greca di Padova, Lorenzo Braccesi.
Moderano l’incontro Marco Andreatta e Claudio Fontanari, Muse Museo delle Scienze e Unitn Dipartimento di matematica.

La favola della distrazione dello scienziato e della balordaggine del milite che l’uccide, è un’invenzione romana per giustificare un atto di barbarie, che fu un atto programmato e commissionato. C’era l’ordine di assassinare lo scienziato.

Non lo si poteva lasciare in vita perché si correva il rischio che ponesse i suoi servigi al servizio di Annibale; perché, per il vincitore, non esistevano precedenti di sorta per condannarlo come criminale di guerra; perché, per Marcello, che sognava il massimo dei trionfi, sarebbe stato quanto mai ridicolo farlo sfilare in ceppi dietro il proprio carro di imperator.

Né, peraltro, i tempi erano ancora maturi perché i servizi segreti della potenza vincitrice si potessero attivare per tutelarne la vita in cambio – o nella speranza – di una futura collaborazione a livello tecnologico.

Lorenzo Braccesi ha insegnato Storia greca negli atenei di Torino, Venezia e Padova. Si è interessato a più aspetti della ricerca storica, focalizzandosi in particolare su tre temi di fondo: colonizzazione greca, ideologia e propaganda del mondo antico, eredità della cultura classica nelle letterature moderne.

Le sue pubblicazioni più recenti sono state dedicate alle donne della famiglia di Augusto: Giulia, la figlia di Augusto (Roma-Bari, Laterza, 2014), Agrippina, la sposa di un mito (Roma-Bari, Laterza 2015), Livia (Roma, Salerno, 2016).

Ai docenti interessati che parteciperanno agli incontri verrà rilasciato un certificato valido ai fini dell’aggiornamento.