News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

MORTE PER MALARIA: BIANCOFIORE, INTERROGAZIONE A MINISTRO SALUTE LORENZIN

Scritto da
10.55 - mercoledì 06 settembre 2017

(Fonte: Michaela Biancofiore) – Interrogazione al Ministro della Salute. Premesso che: Nella notte tra domenica 3 e lunedì 4 settembre u.s. agli Ospedali Civili di Brescia (dove era stata trasferita d’urgenza in condizioni disperate dall’Ospedale Santa Chiara di Trento), una bimba di 4 anni, figlia di una coppia di italiani residenti a Trento, è morta colpita da malaria cerebrale, forma più grave della malattia;

Dal 13 agosto, la piccola Sofia aveva avuto un esordio di diabete ed era stata curata negli Ospedali di Portogruaro , subito, e di Trento, dal 16 al 21 agosto;

L’ultimo giorno di ricovero (21 agosto) per curare l’insorgenza del diabete, è arrivata all’Ospedale Trento una famiglia del Burkina Faso, di ritorno dal paese d’origine, con due bambini che avevano contratto la malaria, ricoverati anche loro, seppure in stanze diverse;

Il 2 settembre la piccola (con febbre molto alta) giunge nuovamente in Pronto Soccorso a Trento e le analisi rilevano la presenza del Plasmodium falciparum, una forma di malaria tra le  più aggressive;

Viene quindi disposto il trasferimento d’urgenza in elisoccorso presso l’Ospedale di Brescia, punto di riferimento per le malattie tropicali, dove la bambina (giunta in condizioni disperate) muore poco dopo;

 

*

Considerato che:

Secondo quanto si apprende, la piccola non avrebbe mai frequentato alcun paese a rischio, di aree tropicali o subtropicali, nelle settimane precedenti. Anzi, era reduce da una vacanza al mare con i genitori sulla riviera veneta precisamente a Bibione;

L’Italia è stato un paese malarico fino agli anni ’50. A seguito della bonifica delle paludi la malattia si è estinta e inoltre proprio il Trentino, per la sua latitudine, non ha mai avuto problemi di questa natura nemmeno in passato. Ad oggi, per quello che si conosce, non esistono in Trentino e in Italia vettori idonei alla trasmissione della malaria;

La malattia è diffusa prevalentemente nell’Africa sub-shariana, in Asia, in America centrale e del sud;

Considerata la presenza accertata all’Ospedale Santa Chiara di Trento di bambini non italiani (ricoverati contestualmente alla piccola Sofia) che avevano contratto un’altra forma di malaria probabilmente nel loro paese d’origine da cui erano di ritorno (Burkina Faso – Africa Occidentale) e che sono guariti;

che secondo tutti gli epidemiologi interrogati in queste ore , la malaria non è comunque trasmissibile da uomo ad uomo per contagio ma solo a seguito di puntura della zanzara femmina Anopheles, che probabilmente ha anche nidificato;

che la Procura della Repubblica di Trento ha inteso aprire un’inchiesta sul mistero del contagio che in caso di contagio avvenuto in ospedale delineerebbero il reato di “omicidio colposo” ;

 

*

si interroga il Ministro per sapere:

Con quali modalità possa essere avvenuto il contagio della bambina e come ha potuto permettersi di affermare che si è trattato di “contagio in ospedale”;

Che tipo di accertamenti, indagini e interventi intende attuare per prevenire ulteriori contagi e tranquillizzare la popolazione innanzi a rischi di nuove epidemie per malattie scomparse sul territorio europeo e ricomparse in coincidenza dell’approdo di milioni di cittadini stranieri dalle zone sub-sahariane;

se si ravvede l’urgenza di attivarsi per una rapida disinfestazione di ospedali, pronto soccorso, strade, paludi e zone a rischio in tutti i siti a rischio, città comprese;

quali azioni intende intraprendere per accertare e controllare gli approdi di persone da paesi che possono essere potenziali vettori di malattie epidemiologiche;<

se il ceppo malarico dei i due bambini africani – ricoverati negli stessi giorni della piccola Sofia presso l’Ospedale Santa Chiara di Trento, fosse lo stesso riscontrato alla piccola Sofia e nel caso , come si spiegherebbe l’immediata guarigione degli stessi , e il decesso viceversa della bambina di Trento.

 

 

On. Michaela Biancofiore

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.