CONSIGLIO PROVINCIA AUTONOMA TRENTO - CORECOM

Intervento del Presidente Marco Sembenotti

(Comitato per le Comunicazioni del Trentino)

Siamo al 26 di aprile, mancano solo 5 giorni alla fine del mese ma oggi facciamo comunque una prima analisi su aprile 2020, caratterizzato da assenza di precipitazioni (in teoria nei prossimi giorni in particolare giovedì 30 dovrebbe tornare la pioggia) e temperature sopra la media. Nulla di nuovo insomma, considerato che l’inverno appena concluso è stato per l’Italia il 2° più caldo su 221 anni di dati (fig. 1) e per il Pianeta sempre il 2° più caldo (dati disponibili a partire dal 1880, vedi fig. 2)

Come dicevamo in apertura, temperatura sopra media, a Levico ad esempio, il mese di aprile provvisoriamente registra una media delle minime di +5,3°C rispetto a valori normali di +4,8°C e soprattutto una media delle massime di +21,5°C rispetto a valori normali di +17,0°C, per ora questo aprile è stato più caldo di +2,5°C rispetto ai valori normali. Il picco di temperatura è stato rilevato il giorno 24 con +25,6°C.

Venendo alle precipitazioni come dicevamo prima, un mese caratterizzato dall’assenza di precipitazioni, risulta piuttosto evidente il fatto che ad esempio a Levico Terme non si registra un giorno piovoso da fine marzo, la stessa cosa vale per Trento, fanno eccezione alcune zone come la Val Rendena, la Val di Fassa o la Val di Sole, dove tuttavia le precipitazioni sono state comunque esigue. E questo aprile secco ha fatto seguito ad un gennaio e febbraio con precipitazioni scarsissime e fortunatamente ad un mese di marzo con precipitazioni e soprattutto tutti questi mesi erano stati preceduti da un dicembre e in particolar modo da un novembre piovoso e con molta neve in montagna.

 

*

SCIOGLIMENTO DELLA NEVE IN QUOTA

Per curiosità siamo andati a confrontare la situazione dell’innevamento in alcune stazioni di montagna, le fotografie delle webcam con confronto ieri 25 aprile e quella ad inizio mese (in particolare quelle di Panomax in Paganella e zona dolomitica Col Rodella e Col dei Rossi) parlano da sole, così come quella di Meteotrentino a Malga Bissina, scioglimento notevole in tre settimane. Vedi fig. 3 -4 -5 -6-7.