VIDEONEWS & sponsored

(in )

MASÈ (LA CIVICA) * APPM: « MI AUGURO CHE LA SCIA ARRIVI VELOCEMENTE E CHE SI POSSA FINALMENTE DARE ALL’ASSOCIAZIONE L’EDIFICIO CHE STA ASPETTANDO »

Rispondendo in aula ad una interrogazione della Cons. Masè (La Civica) sul futuro della sede di APPM, la Giunta ribadiva la volontà della Provincia di onorare l’impegno preso e di assegnare lo stabile a questo fine ristrutturato alla Associazione.

Questo impegno ribadito oggi in aula serve a togliere ogni dubbio sulla volontà della Giunta provinciale e in particolare dell’assessore Spinelli circa l’assegnazione della struttura.

APPM svolge un’importante funzione per la collettività e soprattutto si occupa di soggetti fragili, come sono i minori che per una qualsiasi ragione si trovino ad essere privi di un riferimento sicuro. Dare ad APPM una sede idonea a poter svolgere al meglio la propria attività significa anche dare attenzione a soggetti che spesso sono inascoltati, ma che senza un aiuto non possono farcela da soli.

Per questo motivo l’impegno dell’Assessorato è stato colto con soddisfazione dall’interrogante e anche dall’Aula.

 

*

Vanessa Masè

Consigliere Provinciale- Gruppo Consiliare Provinciale La Civica

 

*

SEDUTA CONSIGLIO 8 GIUGNO 2021 BOZZA

Interrogazione n. 2718/XVI, “Tempi di assegnazione dello stabile di via Manzoni alla Associazione provinciale per i minori”, proponente cons. Masè.

MASÈ (La Civica): Grazie, Presidente. APPM è l’associazione non profit che dal 1976 si occupa di minori in difficoltà offrendo risposte educative e sostegno ai percorsi di crescita di ciascuno attivando esperienze diversificate, residenziali, diurne, aggregative e altri progetti di supporto ai nuclei familiari. La Fondazione S. Martino assegnò ad APPM l’edificio storico di via Manzoni, il quale richiedeva interventi importanti. La Provincia nel 2011 ha così acquisito l’immobile per ristrutturarlo mantenendo però la destinazione d’uso dell’attività a favore dei minori e riservandolo esplicitamente ad APPM. La Patrimonio Spa acquisisce in seguito la struttura dalla PAT, provvede alla ristrutturazione, ma comunica che è sua intenzione destinarla ad altro uso; la Provincia interviene e riconferma a sua volta la volontà di assegnarla ad APPM. Da circa un anno la struttura è ultimata e la Provincia, tramite l’Assessore alle Attività Economiche, ha ribadito la volontà di riacquisire l’immobile dalla Patrimonio e assegnarlo in uso ad APPM tramite un idoneo contratto di locazione. Al momento però nulla di ciò si è concretizzato ancora ufficialmente e nemmeno risulta che alla struttura sia stato rilasciato il certificato di abitabilità che ne attesta la rispondenza alle norme prescritte per l’uso dell’edificio, ultimato da circa un anno.

Tutto ciò premesso si interroga la Giunta provinciale per conoscere sia i tempi per il rilascio dell’abitabilità che quelli per l’assegnazione dello stabile ad APPM con contratto di locazione, come espresso in altre occasioni dall’Assessore provinciale. Grazie.

PRESIDENTE: La parola all’assessora Segnana per la risposta.

SEGNANA (Assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia – Lega Salvini Trentino):

Grazie, Presidente. L’intervento di ristrutturazione dell’immobile denominato “Ex asilo San Martino” di via Manzoni, inserito nel programma di attività della società Patrimonio del Trentino Spa 2018/20, è stato ultimato alla fine del 2020. L’immobile è stato progettato e realizzato secondo i criteri del green building, conseguendo la certificazione LEED Silver. È in fase di acquisizione anche la certificazione ARCA per l’utilizzo del legno quale materiale costruttivo. Attualmente, è in corso a cura della proprietà la raccolta e la verifica della documentazione tecnico-amministrativa, finalizzata alla presentazione presso gli uffici tecnici comunali competenti della segnalazione certificata di agibilità, presumibilmente, entro il mese di luglio. Non appena concluso tale iter, la Provincia autonoma di Trento provvede a stipulare il contratto di locazione passiva a titolo oneroso con la società stessa, e successivamente a formalizzare la messa a disposizione dell’immobile dell’Associazione provinciale per i minori onlus, nei tempi tecnici strettamente necessari alla predisposizione e alla stipulazione degli atti relativi.

PRESIDENTE: La parola alla consigliera Masè per la replica.

MASÈ (La Civica): Grazie, Presidente. Ringrazio l’assessora Segnana e anche l’assessore Spinelli, che non c’è, in quanto avrebbe risposto lui sicuramente vista la sua competenza e visto anche che comunque ha avuto molto a cuore la situazione per cercare di sbloccarla. Mi auguro che quindi la scia arrivi velocemente e che si possa finalmente dare ad APPM l’edificio che sta aspettando. E se mi può dare copia del testo, gentilmente. Grazie.